Mercoledì, 22 Settembre 2021
Calcio

Fiorentina, Odriozola: "Ho detto subito sì a questo club storico. Qui per dare il meglio di me"

Il laterale spagnolo arrivato in prestito dal Real Madrid è stato presentato alla stampa: "Callejón mi ha parlato benissimo della città e del club ma mi ha intrigato soprattuto il calcio di mister Vincenzo Italiano"

Concluso il calciomercato estivo senza acquistare il quinto esterno che aveva richiesto Vincenzo Italiano, la Fiorentina può ora concentrarsi pienamente sul campionato.

In mattinata è stato presentato Alvaro Odriozola, uno dei volti nuovi arrivati durante questa sessione, giunto in prestito dal Real Madrid. Il classe 1995, di ruolo laterale destro, vestirà la maglia numero 29.

Prima della presentazione, ha parlato il direttore generale Joe Barone, con un breve commento sul mercato appena concluso: "Siamo soddisfatti per quanto è stato fatto, Daniele Pradè, Burdisso e il capo dell'area scouting. Siamo soddisfatti anche di Italiano a cui abbiamo affidato la valorizzazione della rosa, per coltivare i talenti, nei primi due incontri già si è visto qualcosa. I nuovi acquisti li avete visti ma non va dimenticato che abbiamo trattenuto Milenkovi? e Vlahovi?. Non facciamo il mercato per avere un bel voto ma per avere una squadra funzionale, competitiva ed equilibrata. Tutti i giocatori che sono qui sono contenti. Duncan, Sottil, Callejón, Benassi e Kokorin sono rimasti e intendiamo recuperarli, anche i giovani della Primavera devono essere pronti. Ieri abbiamo incontrato Gravina, abbiamo parlato delle nostre idee per il futuro del calcio italiano".

Subito dopo Barone, ha preso la parola Odriozola: "Ringrazio il club, lo staff e tutti coloro che lavorano alla Fiorentina per aver scommesso su di me. Sono nato in una della più belle città della Spagna, vengo a vivere in una di quelle più belle dell'Italia, ma mi ha attratto soprattutto il progetto sportivo, il modo di giocare e le idee dell'allenatore. Sono già innamorato di Firenze".

A quanto pare c'è stato un calciatore della Fiorentina che è stato molto importante per l'arrivo del laterale di proprietà del Real: "Callejón con cui ho condiviso lo spogliatoio della Spagna mi ha parlato benissimo della città. del club ma soprattutto delle idee dell'allenatore. Un tecnico offensivo che gioca col 4-3-3, vuole i terzini larghi che mettono la palla al centro, sono le mie caratteristiche. Callejón è stato importante per convincermi Già conoscevo i giocatori della Fiorentina, c'era stato un interesse nella scorsa stagione. Non so cosa succederà in futuro, ma per ora voglio godermi il momento, dare il massimo in allenamento e in partita, divertirmi qui a Firenze".

Con Odriozola la Fiorentina acquisisce ancora pià esperienza internazionale: "Vengo dal Real Madrid, probabilmente il miglior club al mondo, ho giocato anche al Bayern Monaco, l'esperienza guadagnata con questi club è importantissima. Anche la Fiorentina è un club storico d'Italia, dai primi contatti ho avuto voglia di venire qui. Con la mia esperienza voglio contribuire a portarla in alto".

Sulle differenze tra il calcio spagnolo e quello italiano: "Non so perché ma mi è sempre piaciuta la cultura italiana, ho seguito tanto il calcio italiano e mi riempie d'orgoglio giocare in Serie A. In Italia si lavora molto sulla tattica, con Ancelotti e il suo staff a Madrid ne ho avuto un assaggio. Ho tanta voglia di conoscere il campionato, poterci giocare. Non vedo l'ora di iniziare".

A proposito del suo ruolo, lo spagnolo ha chiarito: "Inizialmente nella Real Sociedad giocavo in posizione più avanzata, fu poi l'allenatore della prima squadra a trasformarmi in un terzino destro, ma non ci sarebbero problemi a giocare più avanti. Lo scorso anno ho seguito la Fiorentina ma non ho potuto guardare le partite perché ero concentrato sul mio club. La differenza di quest'anno è l'allenatore, Italiano si sposa bene con le caratteristiche dei giocatori. Tutti sono contenti, me lo aveva detto Callejón, sembra uno in grado di tirare fuori il meglio dai suoi. Differenze con Lirola? Lo conosco è un buon giocatore ma io sono qui per portare le mie qualità".

Sulle sue origini basche: "San Sebastián e il Paese Basco sono una zona peculiare della Spagna. Abbiamo una personalità marcata, siamo lavoratori. Abbiamo le idee molto chiare, puntiamo a dare il meglio di noi. Voglio conoscere la cultura italiana e quella toscana, sono un appassionato del Rinascimento e questa città è una meraviglia. Il calcio è al centro dei miei pensieri ma voglio conoscere anche la città e la sua storia".

"Con Real e Bayern ho vinto, voglio portare la mia esperienza. La Fiorentina è un club storico, ha avuto grandi giocatori come Batistuta e Baggio, recentemente anche un altro spagnolo come Borja Valero è stato importante qui. Vorrei aiutare il club a lottare per l'Europa.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, Odriozola: "Ho detto subito sì a questo club storico. Qui per dare il meglio di me"

FirenzeToday è in caricamento