Venerdì, 19 Luglio 2024
Calcio

Fiorentina, via al mercato: Kean il primo colpo, ma c'è un centrocampo da ricostruire

Parte oggi ufficialmente il calciomercato. Viola al lavoro per ricostruire la squadra da affidare a Raffaele Palladino

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

1 luglio 2024, parte ufficialmente il calciomercato estivo. Sarà una sessione importante per la Fiorentina che dopo il triennio Italiano, riparte (quasi) da zero. Una rivoluzione dettata dall'arrivo di Raffaele Palladino, allenatore con principi tattici totalmente differenti. Come era stato annunciato, la prima casella sulla quale la società ha lavorato, è stata quella dell'attaccante.

Tra giovedì e venerdì Moise Kean, attaccante classe 2000 della Juventus, è atteso a Firenze per visite mediche e firme. E' lui il primo colpo di Daniele Pradè per accontentare Palladino, che già a gennaio voleva il bianconero a Monza. Un acquisto (18 milioni complessivi tra parte fissa e bonus) che sta già facendo discutere il tifo gigliato. In primis perché è l'ennesimo affare fatto con i rivali di sempre. E poi perché Kean arriva in città con l'etichetta di “scommessa”, cosa che già si era vista con Jovic e Belotti.

Se sarà lui l'attaccante giusto lo dirà solo il tempo e soprattutto il campo. Da capire adesso se Kean sarà l'unico acquisto in avanti o se la Fiorentina pensa di affiancarlo ad un altro attaccante. Nelle ultime ore è tornato di moda il nome di Lucca, che l'Udinese ha riscattato dal Pisa per 8 milioni di euro. Se l'interesse fosse davvero concreto, il rischio è di nuovo quello di investire in due attaccanti di medio valore invece che puntare tutto su una punta da numeri certi.

Un centrocampo da ricostruire

Nella giornata di ieri il club ha ufficialmente salutato e ringraziato i calciatori in scadenza di contratto: Bonaventura, Castrovilli, Duncan oltre a Belotti, Arthur, Maxime Lopez e Faraoni che erano in prestito. Tra questi, ben cinque sono centrocampisti. Un reparto quindi da ricostruire. Ad oggi gli unici “sopravvissuti” sono Rolando Mandragora e Antonin Barak. Alessandro Bianco, che l'anno scorso si è fatto le ossa in B con la Reggiana, verrà valutato da Palladino, ma è ovvio che sarà soprattutto in questa parte di campo che la Fiorentina dovrà lavorare per mettere a segno diversi colpi di mercato. 

Tra i nomi più chiacchierati al momento c'è quello di Nicolò Zaniolo. L'ex Roma è un obiettivo anche dell'Atalanta. Con i nerazzurri sta andando in scena una vera e propria asta. La sensazione è che la prima che accontenterà le richieste del Galatasaray si porterà a casa il calciatore. Zaniolo andrebbe a ricoprire il ruolo di trequartista in un possibile 3-4-2-1, ma potrebbe anche giocare largo in un 3-4-3.  Gli altri nomi per il centrocampo sono quelli di Vranckx, Brescianini, Pobega e Throsveldt. Profili che però non scaldano il cuore dei tifosi, che si aspettano più certezze e meno punti interrogativi.

La difesa a tre: servono almeno due acquisti

Palladino nella sua prima conferenza è stato chiaro: partirà dalla difesa a tre. Questo richiederà di avere in rosa almeno cinque difensori centrali. Ad oggi la Fiorentina ne conta tre, e sono Milenkovic, Ranieri e Quarta. C'è poi il giovane Comuzzo, oltre a Lucchesi che rientra dal prestito ma che potrebbe di nuovo salutare. Per questo motivo qualche operazione andrà fatta anche nel pacchetto arretrato per avere ricambi più affidabili. 

Le uscite

Non esiste un calciomercato dove una squadra fa solo acquisti. Per forza di cose, anche la Fiorentina dovrà cedere qualcuno per fare cassa e finanziare il mercato in entrata. Chi sicuramente lascerà la maglia viola è Jonathan Ikoné. Lo stesso Palladino ha dichiarato che è stato l'unico calciatore che non è riuscito a contattare, e questo è un chiaro segnale che il rapporto è ai minimi termini. Nei giorni scorsi sembrava quasi fatta per una sua cessione in Qatar, poi la pista si è raffreddata. in quanto sembrerebbe che Ikoné voglia rimanere in Europa. 

In ogni caso, dalla sua cessione la Fiorentina potrebbe ricavare una cifra intorno ai 10/12 milioni di euro. C'è poi da pensare a M'bala Nzola. L'attaccante ha deluso le aspettative, e non sembra ci possano essere chance per una sua permanenza a Firenze. La volontà dell'ex Spezia sarebbe quella di rimanere in Italia, su di lui si registra l'interesse di Cagliari e Lecce. 

Infine, occhio a Kayode e Nico Gonzalez. Il terzino italiano è uno dei calciatori che vale di più nella rosa, e la Fiorentina potrebbe fare un sacrificio per raggranellare una bella cifra. Su di lui c'è l'interesse della Premier League. Sull'argentino invece Pradè è stato chiaro: rimane al 99%. Ma occhio a quell'1% in caso di offerte irrinunciabili.

SONDAGGIO / Kean è l'attaccante giusto per la Fiorentina?

Empoli, Corsi: "Ritorno di Cambiaghi e Cancellieri? Vi spiego"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, via al mercato: Kean il primo colpo, ma c'è un centrocampo da ricostruire
FirenzeToday è in caricamento