rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Calcio

Figline, Becattini a FirenzeToday: "Livorno favorito per il triangolare, ma proveremo a fargli lo sgambetto"

Il tecnico dei gialloblu, intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni, ha parlato della vittoria del campionato e del triangolare che deciderà le due squadre che voleranno in Serie D: "Non dobbiamo sminuire la vittoria del girone, perché è a tutti gli effetti la vittoria di un campionato"

Dopo la vittoria per 3-0 nell'ultimo turno contro il Grassina, il Figline si è matematicamente laureato campione del girone C di Eccellenza con due turni di anticipo. Una vittoria meritata, dove i gialloblu hanno occupato la prima posizione dalla terza giornata per poi non lasciarla più. In esclusiva ai nostri microfoni è intervenuto il tecnico del Figline Marco Becattini, che ci ha raccontato i retroscena di questo trionfo e del triangolare al quale i fiorentini prenderanno parte insieme alle altre due regine del girone A e B.

Mister quali sono state le sensazioni al triplice fischio della gara col Grassina, che ha sancito la vittoria del girone C?

"Non dobbiamo sminuire la vittoria del girone, perché è a tutti gli effetti la vittoria di un campionato. Quando giochi oltre 20 partite, si parla di un campionato vero e proprio. Abbiamo festeggiato come deve essere festeggiata la vittoria di un campionato. Dopo mesi e mesi di sacrifici è la giusta ricompensa, ed è stato giusto festeggiare in quella maniera, e festeggeremo ancora per qualche giorno, prima di concentrarci sugli ultimi due impegni per terminare al meglio il campionato ed onorarlo fino in fondo".

Dopo le ultime due partite di campionato, ci sarà l'avventura del triangolare delle vincenti di ogni girone, dove le prime due passeranno in Serie D. State già studiando i vostri avversari?

"Se ti dicessi che non ci sto dando un occhio, ti direi una bugia. Da parte nostra stiamo già guardando a quelli che possono essere i nostri avversari. Non in maniera esasperata, perché dobbiamo ancora finire il campionato, e finirlo al meglio, ma penso che anche gli altri stiano guardando noi, è normale. Il pensiero c'è già, perché pensare di andare a giocare a Livorno penso sia una cosa normale".

Il Livorno è la grandissima favorita del triangolare, oppure è una squadra che si può battere?

"Penso che il Livorno sia la grandissima favorita non solo per il blasone, ma anche per l'organico che ha. Hanno calciatori che hanno giocato in Serie B e in Serie A. Tra l'altro hanno anche un grande pubblico che li sostiene. Detto ciò vincere le partite non è facile per nessuno. Anche loro durante la stagione hanno avuto degli alti e bassi. Chi sarà la favorita per vincere il triangolare lo dirà solo il campo. Da parte nostra l'ambizione di potergli creare qualche problema c'è sicuramente".

Farà turnover in queste ultime due gare di campionato?

"Ne abbiamo parlato negli spogliatoi, e i ragazzi mi hanno detto che vogliono cercare di arrivar al triangolare nella miglior condizione possibile. Penso che per prepararci al meglio l'unico modo sia vincere le partite che ci rimangono, poi è normale che se avessi un giocatore non in perfette condizioni, lo preserviamo. Poi noi ormai più di primi non possiamo arrivare, quindi la nostra volontà è fare il massimo per arrivare pronti all'appuntamento col triangolare".

Vincere il campionato era un obiettivo già da inizio stagione?

"Quando ci siamo seduti con la società, sapevamo di avere allestito una squadra per divertirci, poi man mano ci siamo resi conto di avere una rosa davvero forte. L'obiettivo massimo era vincere il campionato, e ci puntavamo fin dall'inizio. Penso che all'inizio eravamo in quattro squadre a fare questo, e alla fine Terranuova e Fortis Juventus ci hanno dato del filo da torcere"

Le sorprese in negativo e in positivo del vostro girone?

"Penso che in negativo sia stato il Grassina, soprattutto per la rosa di giocatori importanti che aveva. La sorpresa positiva invece sia il Firenze Ovest, che alla fine potrebbe rientrare nella lotta ai play-off, e penso che ad inizio anno nessuno potesse pensare che il Firenze Ovest potesse lottare per questo traguardo".

Avete il miglior attacco con 39 reti segnate. E' stato l'attacco il vostro segreto per la vittoria?

"Vedendo la classifica marcatori, dove abbiamo come primo e secondo Vangi e Vezzi, ci fa capire che abbiamo un attacco forte. Il campionato penso che non sia però solo merito dell'attacco forte ma di quei giocatori mentalmente forti, più forti degli altri giocatori del campionato. Giocatori che erano il terzo/quarto anno di fila che facevano il campionato di Eccellenza"

C'è stato un momento nel quale avete capito che potevate davvero vincere il campionato?

"Che si poteva vincere il campionato ce ne siamo accorti fin dalla preparazione estiva, perché si lavorava molto bene e il gruppo era molto forte, con una qualità altissima. La settimana dove siamo stati certi è la settimana prima della partita contro la Fortis vinta 4-0, perché vedevo che i ragazzi si allenavano con un'intensità mai vista. Ero sicuro che il risultato sarebbe stato positivo".

Marco Becattini sarà l'allenatore del Figline anche l'anno prossimo?

"Sinceramente ancora di questo non ne abbiamo parlato col direttore. Ci stiamo giocando qualcosa di importante, e il pensiero è rivolto a questo finale di stagione, sperando di passare al triangolare, consapevoli che se non ci riusciremo, avremo la seconda chance dello spareggio col Lazio. Spero anche da parte dei ragazzi che il pensiero sia al futuro prossimo e non quello dopo. Se tutti facciamo il meglio tutti avranno le proprie soddisfazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figline, Becattini a FirenzeToday: "Livorno favorito per il triangolare, ma proveremo a fargli lo sgambetto"

FirenzeToday è in caricamento