rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Calcio

Empoli, Zanetti: "Piedi per terra, siamo una squadra costruita per salvarci all'ultima giornata"

Il tecnico degli azzurri ha presentato la gara di domani col Torino

Domani (ore 15) l'Empoli torna a giocare al Castellani dopo l'impresa di San Siro. Gli azzurri affronteranno il Torino per cercare di arrotondare ancora di più un bottino che finora è stato eccezionale. Nonostante ciò il tecnico Paolo Zanetti vuole tenere i piedi per terra, come sottolineato in conferenza stampa: "Se iniziamo a pensare ad un obiettivo che non è il nostro si rischia di fare dei danni. Siamo una squadra costruita per salvarci all'ultima giornata, quel che viene in più è guadagnato. Il bilancio per ora è positivo, è nato un gran gruppo, abbiamo un feeling importante e quando succede si può provare a fare qualcosa di straordinario. La classifica non la guardiamo, il Torino è la squadra perfetta per fare la figuraccia. Sono iper aggressivi, bisogna avere il loro stesso livello di agonismo. Hanno gente di qualità e ci metteranno alla prova, ho stima di Juic e spero di arrivare ai suoi livelli. Non c'è tempo per festeggiare, siamo già proiettati al futuro. Mettiamo da parte ciò che è stato e pensiamo al Toro perché è forte e difficile da affrontare. Spero che incontrino una squadra altrettanto dura da giocarci contro. Veniamo da una serie positiva, dobbiamo proseguire su questa strada. La squadra è matura, siamo più consapevoli e a livello di mentalità non abbiamo lasciato niente per strada".

Sul futuro di Baldanzi - "L’ho visto subito dopo una settimana di allenamento che aveva qualcosa d’importante: un talento innato. Non è molto strutturato ma è molto rapido e ha un proprietà di palleggio, tecnica e visione di gioco di altissimo livello. Al primo anno di A si sta imponendo in modo prepotente in un campionato difficile. I suoi gol ci hanno portato punti. Davanti a sé ha un futuro bellissimo".

Su Caputo e Vicario - "Caputo lo abbiamo voluto fortemente, come lui noi. Quando c’è feeling, i matrimoni funzionano. Lui incarna perfettamente lo spirito dell’Empoli: al di là dei gol fa sempre la prestazione. Ha alzato il livello dei compagni di reparto e della squadra. Vicario penso sia rimasto perché costa tanto. Quest’anno si è già ampiamente riconfermato. E’ uno dei migliori portieri italiani in assoluto e merita davvero di fare il salto in una grande squadra e conquistare definitivamente l’azzurro. Al di là delle sue capacità, glielo auguro di cuore perché è un ragazzo serio, umile e grande lavoratore".

Su Bandinelli e Destro - Per noi è determinante, sta facendo un percorso di maturazione importante e sta facendo partite da alta Serie A, è diventato un leader. L'ho scelto come capitano e incarna quel che voglio io. Non è l'unico leader, ne abbiamo alcuni per reparto. Destro è entrato nell'ultima parte del recupero. Per il mercato fosse per me rimarrei così, questo gruppo è forte. Dobbiamo vedere le questioni individuali negli ultimi giorni di mercato. Vorrei comunque portare il gruppo alla fine". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli, Zanetti: "Piedi per terra, siamo una squadra costruita per salvarci all'ultima giornata"

FirenzeToday è in caricamento