rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Calcio

Empoli-Sassuolo, Andreazzoli: "Ammiro Dionisi, ma spero che finisca come all'andata"

Il tecnico degli azzurri ha presentato in conferenza stampa la gara di domani contro i neroverdi, in programma alle ore 14:30

Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore dell'Empoli Aurelio Andreazzoli ha presentato la sfida di domani contro il Sassuolo, che si disputerà alle ore 14:30, e non più alle 12:30 come inizialmente previsto. Queste le sue dichiarazioni: 

"Considerando che abbiamo giocato poche ore fa, abbiamo cercato di recuperare una condizione fisica buona. Domani giochiamo contro una squadra attrezzata, brillante e redditizia. Non avremo Luperto e Bandinelli per squalifica, in più mancheranno Parisi e Romagnoli per infortunio. Dionisi? E' un allenatore interessante, e lo sta dimostrando. La sua squadra si esprime sempre bene e tifo per lui, perché faccio il tifo per i giovani e per chi dimostra. Lo rivedo volentieri domani e spero che finisca come all'andata. Stojanovic? Ha fatto una gara importante contro la Lazio. Non era facile, visto le individualità importanti che c'erano in  campo. Sono stati bravi, ci hanno dato la possibilità di essere decisivi. Lo sappiamo da tempo, e hanno dei margini di miglioramento incredibili. Siamo sulla strada giusta, c'è molta volontà e vedo molti progressi, anche se solo parziali. L'intensità della squadra? Non c'è solo quello, c'è anche il gioco, ma puntare sull'intensità è una cosa che mi piace. Noi addetti ai lavori dovremmo andare in questa direzione, cercando di tenere il gioco più vivo possibile, aumentare il gioco effettivo. Noi tendiamo a questo, e anche a non fare sceneggiate. Ci sono squadre come ad esempio anche quella che abbiamo affrontato domenica che ne fa un mantra, ma noi non facciamo così. Noi calcio italiano dobbiamo diventare un esempio, ci manca questo aspetto della battaglia e della continuità. Come sarà la gara di domani? Mi auguro che sia una partita divertente per chi viene a vedere. L'estetica è una componente importante, anche se i punti sono quelli che ti fanno salvare. L'estetica ti dà la possibilità di crescita, in qualsiasi campo. I calciatori sono nella stessa condizione e quindi quando una cosa la fai volentieri, la tendenza è migliorarsi sempre. Abbiamo l'obbligo di far migliorare i giovani e questo ci permette di farlo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli-Sassuolo, Andreazzoli: "Ammiro Dionisi, ma spero che finisca come all'andata"

FirenzeToday è in caricamento