Calcio

Empoli, Di Francesco: "Azzurri per me grande occasione. Giochiamo divertendoci e ci toglieremo grandi soddisfazioni"

Il giocatore azzurro ha commentato vari temi, dal momento positivo che sta attraversando la squadra, al fatto di volersi riaffermare in Serie A, dopo due anni passati nel campionato cadetto con la Spal.

E' uno dei giocatori che ha cambiato l'Empoli dopo le due sonfitte consecutive con Venezia e Sampdoria. Federico Di Francesco, dopo un avvio in sordina, sta facendo le fortune di Andreazzoli, che nelle ultime due gare lo ha inserito sempre da titolare, ottenendo ottimi risultati. Intervenuto ai microfoni di Radio Lady, il giocatore azzurro ha parlato di questa sua nuova avventura in Serie A, dopo due anni passati in B. Queste le sue dichiarazioni:  "Dopo un anno e mezzo che abbiamo avuto lontano i tifosi, sentirli così vicini e sentirli così partecipi, soprattutto in una vittoria così bella, così importante per noi, è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Due vittorie consecutive? Penso che non sia successo niente di particolare, abbiamo continuato a lavorare come abbiamo sempre fatto. Penso che le prestazioni e gli episodi siano venuti dalla parte nostra. Noi dobbiamo continuare a lavorare, e cercare di toglierci più soddisfazioni possibili. Come ha detto il mister dopo la partita di Cagliari, dobbiamo giocare divertendoci. Facciamo lo sport più bello del mondo, e dobbiamo farlo col sorriso e entusiasmo. Sono prerogative fondamentali per raggiungere i propri obiettivi, sia che siano individuali ma soprattutto di squadra. Mister Andreazzoli è un allenatore pacato e di grande esperienza, e ci ha solamente suggerito questi concetti, che poi noi abbiamo attuato nelle gare successive".

Sulla sua nuova avventura il centrocampista ha parlato così: "Empoli per me è una grande occasione. Ho avuto la forza per superare degli infortuni importanti per cercare di arrivare a questa occasione alla massima forma. Ho giocato 4 anni in Serie A, l'anno scorso ho giocato in B, e quindi mi sono reso conto di quanto sia bello e importante giocare in Serie A, che è sempre stato il mio sogno da bambino. Mi fa piacere che la mia grinta in campo l'abbiano vista anche i tifosi sugli spalti".

Al giocatore toscano è stato chiesto della punizione battuta velocemente contro il Bologna, che ha dato il via al gol di Pinamonti: "Ho visto Stojanovic che era partito e mi è venuto d'istinto dargli subito la palla, poi io ho fatto solo un passaggio, son stati bravi gli altri a fare quello che hanno fatto, hanno valorizzato il mio passaggio".

Infine gli è stato chiesto del suo nuovo ruolo come seconda punta, e della prossima gara contro la Roma: "Mi sto trovando molto bene, mi sono trovato bene anche nelle settimane in cui ho provato a giocare da trequartista. E' il mister che decide la formazione, io sono a disposizione per tutti i ruoli. Con la Roma sarà una partita difficile, i giallorossi sono una squadra che ha grandi campioni e un grande allenatore e quindi noi sicuramente partiamo sfavoriti, ma cercheremo di andarcela a giocare con quelle che sono le nostre qualità. Dobbiamo mettercela tutta, perché per noi è un'occasione bellissima per dimostrare il valore del nostro collettivo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli, Di Francesco: "Azzurri per me grande occasione. Giochiamo divertendoci e ci toglieremo grandi soddisfazioni"

FirenzeToday è in caricamento