Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio

Empoli, maledizione Coppa Italia: al Castellani trionfa il Cittadella 2-1

Esordio negativo per gli azzurri, che come l'anno scorso, escono ai trentaduesimi facendosi rimontare dalla formazione veneta

Come prima, più di prima. Anche quest'anno l'Empoli esce in anticipo dalla Coppa Italia. La squadra di Zanetti perde al Castellani 2-1 col Cittadella, che grazie alle reti in rimonta di Amatucci e Magrassi, stacca il pass per i sedicesimi di finale. Un dejavu per i toscani, che anche l'anno scorso uscirono in anticipo dalla competizione perdendo con la Spal. Una partita dai due volti. Gli azzurri giocano un bel primo tempo, con un buon ritmo, trovando subito il vantaggio dopo sette minuti col solito Ciccio Caputo. Nella ripresa, forse complice i carichi di lavoro di queste settimane, la squadra di Zanetti cala drasticamente, lasciando troppa iniziativa ai veneti, che con facilità ribaltano il risultato e sfiorano addirittura il tris, negato solo da Caprile che nel finale para un rigore a Cassano. Insomma, c'è ancora tanto lavoro da fare e non solo sul campo, ma anche dal mercato, dove Paolo Zanetti attende almeno altri 2/3 acquisti per avere una rosa al completo che possa anche quest'anno giocarsi le sue carte per la salvezza.

Empoli-Cittadella 1-2, le pagelle: Gyasi il peggiore, Caprile rimandato

Empoli-Cittadella, la cronaca

Niente sorprese per Zanetti, che viste le tante assenze, si affida alle certezze, con Gyasi e Caprile unici volti nuovi dell'undici titolare e Piccoli schierato largo a sinistra. Gli azzurri partono subito propositivi e trovano il vantaggio dopo soli sette minuti. Henderson dalla destra crossa nel mezzo, Frare respinge male alzando un campanile sul quale il portiere Kastrati combina un mezzo pasticcio. La palla finisce a Piccoli, che è bravo a girarsi e appoggiare il pallone a Caputo, che a porta sguarnita deve solo appoggiare in rete. Il Cittadella prova la reazione al 10', Vita calcia forte da fuori area, palla che esce di poco alla sinistra di Caprile. L'Empoli torna in avanti al 20', bella verticalizzazione di Cacace per Henderson, che da ottima posizione manda la palla alta con l'esterno destro. Al 24' prova ad accendersi Gyasi, con un cross sul secondo palo per Ebuhei, che di testa manda la palla di poco sul fondo. La squadra di Zanetti non fa difficoltà a proporsi in avanti, continuando a macinare occasioni. Al 29' Cacace calcia dal limite dell'area, Kastrati respinge corto su Caputo, che da due passi spara addosso al portiere del Cittadella. Gli ospiti provano a rendersi pericolosi al 33': Carissoni approfitta di un'ingenuità della difesa toscana e calcia in porta dal limite, ma Caprile non si fa sorprendere, respingendo con i pugni. I veneti chiudono in crescendo la prima frazione di gara, con Carriero che trova spazio in area e calcia col destro,  ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa.

La ripresa comincia con un brivido per l'Empoli, che rischia di causare un calcio di rigore per un contatto tra Grassi e Carriero, giudicato regolare sia dall'arbitro che dal VAR. Complice le temperature elevate (circa 36°), la partita diventa più spezzettata e con un ritmo più basso rispetto ai primi 45 minuti. Zanetti opta quindi per forze fresche, inserendo Pezzella e Haas per Ebuhei e Marin. Al 60' occasione per il Cittadella, da corner il neoentrato Maistrello stacca tutto solo mandando però la palla alta. Rispetto al primo tempo gli azzurri fanno più fatica a proporsi in avanti, lasciando troppo spazio al Cittadella, che al 61' trova il pareggio grazie al cross di Amatucci per l'inserimento in area di Magrassi, che manca l'impatto col pallone sorprendendo comunque Caprile, che non riesce a deviare il pallone. L'Empoli torna a rendersi pericoloso al 76' con Piccoli  che conclude con il destro da posizione defilata: tutto facile per Kastrati, che fa ripartire velocemente il Cittadella. All'80' Magrassi gela il Castellani, ribaltando il risultato: traversone da sinistra operato da Giraudo, Maistrello fa la sponda per il numero 9 ospite che da due passi batte Caprile di testa. E' il colpo del ko per l'Empoli, che nei minuti finali rischia anche di subire il terzo gol, per un calcio di rigore concesso dal Var per un tocco di mano di Grassi, ma parato da Caprile, che intuisce la conclusione di Cassano. 

Empoli-Cittadella, il tabellino

EMPOLI (4-2-3-1): Caprile; Ebuehi (57' Pezzella), Ismajli, Luperto, Cacace (67' Stojanovic); Marin (57' Haas), Grassi; Piccoli, Henderson (67' Shpendi), Gyasi (81' Ekong); Caputo. A disposizione: Perisan, Stubljar, Pezzella, Shpendi, Guarino, Ekong, Stojanovic, Marianucci, Haas, Kaczmarski, Ignacchiti, Crociata. Allenatore: Paolo Zanetti.

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati, Carissoni, Frare, Pavan, Giraudo; Branca, Vita (81' Cassano), Carriero (58' Kornvig); Amatucci (82' Mastrantonio); Pittarello (58' Maistrello), Magrassi (92' Pandolfi). A disposizione: Veneran, Salvi, Mastrantonio, Cassano, Pandolfi, Pandolfi, Kornvig, Tessiore, Saggionetto, Danzi, Rizza, Maistrello. Allenatore: Edoardo Gorini.

ARBITRO: Prontera di Bologna, coadiuvato da Paolo Laudato di Taranto e Marco Belsanti di Bari.

IV: D’Eusanio di Faenza.

VAR: Abbattista di Molfetta e Longo di Paola.

RETI: 7' Caputo, 61' Amatucci, 80' Magrassi.

NOTE: ammoniti Carrieri, Giraudo, Grassi, Pezzella, Gyasi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli, maledizione Coppa Italia: al Castellani trionfa il Cittadella 2-1
FirenzeToday è in caricamento