Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Calcio

l'Empoli da turnover funziona: gli azzurri sbancano Cagliari vincendo 2-0

Con una formazione quasi rivoluzionata, Andreazzoli torna alla vittoria dopo due sconfitte di fila. Di Francesco sigla la la prima rete in maglia azzurra, Stulac chiude i conti nel secondo tempo con un eurogol.

Dopo le sconfitte casalinghe con Venezia e Sampdoria, l'Empoli torna a vincere sul difficilissimo campo del Cagliari. Azzeccata la scelta di Andreazzoli di modificare gran parte della formazione azzurra, che all'Unipol Domus ha letteralmente dominato la squadra di Mazzarri, grazie ad un gioco fluido, veloce e di qualità, ma soprattutto di attenzione per tutti i 90 minuti, cosa richiesta dal mister toscano alla vigilia della gara. Prima gioia per Di Francesco, che non delude le attese, giocando una gara a tutto campo e segnando il primo gol per gli azzurri. Nel secondo tempo l'Empoli avrebbe potuto anche arrotondare il punteggio, ma i legni negano le reti a Henderson e Bajrami. Seconda vittoria stagionale dopo quella di Torino contro la Juventus. Passi indietro per il Cagliari di Mazzarri, che avrà ancora da lavorare molto su una squadra dall'ottimo potenziale tecnico, ma che finora non è riuscito a dimostrarlo, a parte il pareggio nella sfida contro la Lazio.

Cagliari-Empoli, la cronaca

Andreazzoli, come già anticipato in conferenza stampa, rivoluziona la formazione, inserendo in difesa Romagnoli e l'esordiente Viti, Zurkowski a centrocampo, e cambiando totalmente l'attacco, mandando in panchina la coppia titolare finora Mancuso-Cutrone per Pianamonti e Di Francesco. Nel Cagliari Mazzarri non effettua molti cambi, passando dal 3-5-2 visto contro la Lazio, al 4-4-2, con Walukiewicz al posto di Caceres, confermando ancora davanti Keita Baldé e Joao Pedro. Come visto anche contro la Sampdoria, l'Empoli parte subito bene, e all'8' va già vicino al vantaggio con Haas, che servito da Marchizza, calcia in porta da centro area, mandando la palla fuori di poco. Il Cagliari risponde al 23', cambio gioco sulla sinistra per Lykogiannis, che dai 30 metri fa partire un missile verso la porta, attento Vicario che in tuffo respinge a lato. I sardi fanno fatica a creare gioco mentre l'Empoli è molto più fluido nella manovra. Al 27' gli azzurri vanno vicinissimi al gol, Marchizza ancora una volta mette un ottimo cross rasoterra in area, dove per un soffio non arriva Di Francesco. Per la prima gioia con la nuova maglia il figlio d'arte non deve però attendere molto, perché due minuti più tardi è proprio lui a trovare il vantaggio: gran giocata di Haas sulla destra, che trova Di Francesco, il numero 11 controlla e spara in porta, gonfiando la rete con l'aiuto di una deviazione. Gli uomini di Mazzarri provano a reagire al 34', con Marin che dopo un dialogo con Joao Pedro calcia porta, trovando solo l'esterno della rete. Si va negli spogliatoi col risultato di 1-0, con i toscani meritatamente in vantaggio, per le molte occasioni create.

Rientrati dagli spogliatoi, i ragazzi di Andreazzoli sembrano cadere nel solito peccato, ovvero quello di calare di concentrazioni. Nel primo quarto d'ora della ripresa infatti il Cagliari è più aggressivo, schiacciando l'Empoli nella sua trequarti. Al 57' i sardi sfiorano il gol, bellissimo cross di Lykogiannis e taglio di Joao Pedro sul primo palo che per poco non beffa Vicario.Un minuto più tardi sfortunati i rossoblu, che con un'azione simile al vantaggio di Di Francesco, colpiscono il palo con Keita. Il legno da uno schiaffo alla formazione toscana, che si sveglia e torna a macinare bel gioco come nel primo tempo. Al 62', sugli sviluppi di un corner, Pinamonti lasciato solo spreca un'ottima chance, calciando male la sfera. Al 67' è Zurkowski a provarci, con una bella conclusione dal limite, deviata in calcio d'angolo dalla mano di Cragno. Dalla bandierina la palla respinta fuori area arriva ai piedi del neoentrato Stulac, che controlla e lascia partire un destro meraviglioso che si infila dritto all'incrocio dei pali. Mazzarri prova a dare una scossa ai suoi, inserendo Caceres e Pereiro al posto di Walukiewicz e Lykogiannis, ma l'Empoli è un'altra squadra rispetto a quella vista nelle due sconfitte al Castellani, e addirittura sfiora la goleada prima all'81', con Henderson che sfiora il gol dell'anno, colpendo la traversa da centrocampo e poi a due minuti dalla fine con Bajrami, che colpisce il palo con un tiro in diagonale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

l'Empoli da turnover funziona: gli azzurri sbancano Cagliari vincendo 2-0

FirenzeToday è in caricamento