rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Calcio

Bologna-Fiorentina 2-3: i viola vincono il Derby dell'Appennino e salgono al quinto posto

Il primo gol in Serie A di Maleh apre le marcature al Dall'Ara, pari Bologna con Barrow prima di rientrare negli spogliatoi. Nella ripresa a segno Biraghi su punizione e Vlahovic su rigore. Inutile il tentativo di riaprirla di Hickey. Viola a quota 27 punti

La Fiorentina vince il Derby dell'Appennino contro il Bologna e sogna l'Europa. Espugnato 2-3 il Dall'Ara nel lunch match della 16ª giornata di Serie A, contro una diretta concorrente per i piazzamenti UEFA.

A sbloccare il risultato è stato Yusuf Maleh, a segno poco dopo la mezz'ora di gioco con la prima rete in viola e in Serie A. Prima di rientrare negli spogliatoi per la fine del primo tempo, però, il Bologna ha trovato il gol del pari con un mancino volante di Barrow. Il nuovo vantaggio viola si è materializzato a inizio ripresa con un capolavoro balistico di capitan Biraghi. Circa un quarto d'ora più tardi, Vlahovic su rigore ha arrotondato ulteriormente il punteggio per i suoi. Inutile il gol di Hickey nel finale che ha fissato il punteggio sul definitivo 2-3.

Lo spareggio per l'Europa va dunque alla squadra di Vincenzo Italiano che sale al quinto posto in classifica raggiungendo quota 27 punti. Nel prossimo turno in programma sabato 11 dicembre, la Fiorentina riceverà la Salernitana dell'ex Ribéry al Franchi.

Bologna-Fiorentina: la cronaca

Scelte a sorpresa per Italiano: a centrocampo con Bonaventura e Torreira c'è Maleh e non Duncan, mentre in attacco cambiano i partner di Vlahovic, affiancato da Sottil e Nico González. Proprio l'argentino, dopo una decina di minuti dal fischio d'inizio, prova per primo a impensierire Skorupski con un mancino dal limite che non inquadra lo specchio per poco. La prima occasione del Bologna arriva con Svanberg che batte di prima intenzione sul suggerimento di Sansone ma non riesce a imprimere forza alla conclusione facilitando il lavoro di Terracciano. Passata da poco la mezz'ora, il Bologna si fa vedere ancora con un destro a volo di Barrow largo di poco alla sinistra della porta difesa da Terracciano. A passare in vantaggio, però è la Fiorentina, con il primo gol in Serie A di Yusuf Maleh, appostato sul secondo palo e bravo a colpire di testa sul perfetto cross mancino di González dalla destra. Trascorsi poco meno di una decina di minuti il Bologna pareggia: Svanberg verticalizza cercando l'inserimento di Barrow, il gambiano è bravissimo a coordinarsi e a battere Terracciano con un piattone di sinistro a volo imparabile. Le squadre rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 1-1, un risultato tutto sommato giusto per i valori espressi nei primi 45'.

Via alla ripresa senza sostituzioni in entrambi gli schieramenti. Subito pericolosa la Fiorentina con un'iniziativa di Bonaventura contrastata da Medel al momento del tiro. Il nuovo vantaggio viola, ad ogni modo, non tarda ad arrivare: González viene steso al limite dell'area su azione di contropiede, Irrati fischia la punizione di cui s'incarica Biraghi che con un sinistro perfetto aggira la barriera e batte Skorupski per il momentaneo 1-2. Rimesso il muso avanti, la Fiorentina prova a controllare il match attraverso un palleggio ragionato. Superata da poco l'ora di gioco, Mihajlovic prova a scuotere i suoi con un triplo cambio (dentro Skov Olsen, Orsolini e Hickey per De Silvestri, Dijks e Sansone) ma a colpire ancora è la formazione gigliata, questa volta su calcio di rigore: González, favorito da un tentativo di intercettare il pallone da parte di Hickey, evita Skorupski in uscita, il polacco però lo abbatte e Irrati indica immediatamente il dischetto. Dagli 11 metri si presenta come di consueto Vlahovic che sceglie la soluzione centrale battendo Skorupski per la terza volta, segnando il suo tredicesimo gol in campionato. A 10' dal 90' doppio cambio per i viola: dentro Callejón per González e Duncan per Maleh. I padroni di casa accorciano le distanze all'83' grazie ad Hickey, autore di un'azione personale conclusa con un destro dal limite deviato dai calciatori viola che diventa imprendibile per Terracciano. Intuita la difficoltà dei suoi Italiano ricorre a un altro doppio cambio inserendo Amrabat per Torreira e Saponara per Sottil.

Bologna-Fiorentina: il tabellino

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel (72' Bonifazi), Theate; De Silvestri (62' Skov Olsen), Svanberg, Dominguez (79' Vignato), Dijks (62' Hickey); Soriano, Sansone (62' Orsolini); Barrow. A disp.: Molla, Bardi, Binks, Viola, Santander, van Hooijdonk, Cangiano. All. Mihajlovic

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira (85' Amrabat), Maleh (79' Duncan); Sottil (85' Saponara), Vlahovic, González (78' Callejón). A disp.: Rosati, Cerofolini, Pulgar, Terzic, Venuti, Benassi, Kokorin, Igor. All. Italiano

Arbitro: Irrati di Pistoia
Assistenti: Galetto - Moro
IV: Marchetti
VAR: Di Paolo
AVAR: Liberti

Marcatori: 33' Maleh (F), 42' Barrow (B), 52' Biraghi (F), 67' rig. Vlahovic (F), 83' Hickey (B)
Note - ammoniti Dominguez, Theate, Soumaoro (B), Torreira, Milenkovic, Amrabat (F). Recupero: 1' pt, 3' st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna-Fiorentina 2-3: i viola vincono il Derby dell'Appennino e salgono al quinto posto

FirenzeToday è in caricamento