rotate-mobile
Calcio

Salernitana-Empoli, Andreazzoli alla vigilia: "Partita che vale quattro punti"

L'allenatore azzurro ha presentato in conferenza stampa la gara di domani contro i granata: "andiamo avanti per la nostra strada, cercando di raggiungere ciò che vogliamo nel più breve tempo possibile"

Intervenuto in conferenza stampa, Aurelio Andreazzoli ha presentato l'importantissima sfida salvezza che andrà in scena domani allo stadio "Arechi" alle ore 15:00 contro la Salernitana, squadra che ha appena visto un cambio in panchina, passando da Castori a Colantuono. Il tecnico toscano ha sottolineato come questa sfida valga qualcosa in più rispetto ad altre:

"Diciamo che di solito parliamo di tre punti, questa volta possiamo parlare di quattro. In tutte le partite non c'è da fare differenze, ma è evidente che poi assumono importanza in base al risultato. Noi usciamo da una sconfitta, che abbiamo analizzato in maniera molto decisa e seria e sappiamo quanto dobbiamo raccogliere da quella partita, per quel percorso che ci deve vedere migliorare di volta in volta. Tutti noi crediamo di avere imparato da quella sconfitta, andiamo avanti per la nostra strada, cercando di raggiungere ciò che vogliamo nel più breve tempo possibile, perché non ne abbiamo molto a disposizione".

Andreazzoli ha poi commentato se lo stadio pieno sarà una difficoltà, e dell'esonero del collega Castori:

"E' una situazione bellissima. Ben venga uno stadio pieno e caloroso, perché il calcio va giocato in queste condizioni. Non reputo lo stadio pieno un nemico ma una situazione che fa comodo a tutte e due le squadre. A me piace giocare così e piacerà anche ai ragazzi. Sono contento per l'allenatore nuovo, e di conseguenza mi dispiace molto per Castori. Non è una novità per il calcio, sono situazioni che conosciamo bene. Mi è dispiaciuto ascoltare qualche commento che credo che Castori non meritasse, però è una questione anche di livello di sensibilità. Secondo me occorreva un po più di sensibilità".

Infine l'allenatore azzurro ha parlato del ruolo di Pinamonti, accusato di essere troppo solo in avanti, e di alcuni cambi di formazione:

"Teoricamente, avendo due trequartisti dietro di lui dovrebbe sentirsi un po' più solo. Praticamente i fatti non vanno in questa direzione, perché se si va a vedere i dati della partita scorsa, abbiamo fatto 35 attacchi contro i 30 dell'Atalanta. Abbiamo "in canna" la possibilità di gestire la situazione come vogliamo, perché abbiamo una batteria di attaccanti numericamente valida e anche qualitativamente valida. Valutiamo chi schierare in base alle condizioni fisiche, alle caratteristiche dell'avversario e anche a seconda di quello che i ragazzi mi fanno vedere in settimana. E' difficile fare scelte nella nostra squadra, perché tutti hanno un atteggiamento eccellente. Noi abbiamo l'abitudine di premiare chi da sempre di più rispetto al normale, quindi chi darà di più sarà premiato rispetto a chi dovrebbe dare di più ma ancora non l'ha dimostrato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Empoli, Andreazzoli alla vigilia: "Partita che vale quattro punti"

FirenzeToday è in caricamento