rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Calcio

Andreazzoli alla vigilia col Sassuolo: "Speriamo nel tempo di diventare una squadra con la loro fisionomia"

Il tecnico degli azzurri ha presentato la sfida coi neroverdi, in programma domani alle ore 15:00 al Mapei Stadium: "Ringrazio Dionisi, perché ci ha permesso di giocare in Serie A quest'anno"

Alla vigilia di Sassuolo-Empoli, gara in programma domani alle ore 15:00, ha parlato in conferenza stampa l'allenatore degli azzurri Aurelio Andreazzoli, presentando la sfida con i neroverdi. Queste le sue dichiarazioni:

"Ogni formazione ha delle particolarità da dover considerare e combattere. Il Sassuolo è una squadra con una fisionomia ben precisa, anche se sono cambiati alcuni interpreti, come l'allenatore. E' una squadra che ha qualità, sarà una gara difficile da affrontare, speriamo di interrompere la striscia negativa che abbiamo nei loro confronti. Noi cerchaimo di interpretare la gara da subito per come ci piace interpretarla. A volte le gare prendono una piega che non ti aspetti, e a volte non dipende da te. Quando si fanno gare così ravvicinate si lavora più su video che sul campo, perché il tempo a disposizione è poco. La valutazione fisica da fare diventa difficile, è più teorica che non pratica".

Sul perché l'Empoli è primo nel gioco effettivo:

"Quando arrivai primo in B a Empoli, arrivammo primi anche nel fair play, e così è avvenuto l'anno scorso. Credo che non abbiamo nessuna ammonizione per proteste, ci raccomandiamo di non stare a speculare, di non stare per terra, e quindi viene fuori un comportamento che porta a giocare un tempo effettivo alto".

Su Traorè, giocatore lanciato dall'Empoli e oggi al Sassuolo:

"Deve molto a se stesso e ai suoi genitori, che lo hanno provvisto di qualità che lui ha saputo coltivare. Noi come società Empoli speriamo di poter dare ad altri giocatori la possibilità di sperimentarsi ancora di più in luoghi più importanti. Scontro diretto? Il Sassuolo è una società che si è consolidata. La speranza è che nel tempo anche noi diventiamo una squadra con la loro fisionomia". 

Su Vicario e i tanti tiri subiti da dentro l'area

"Su Guglielmo c'erano delle aspettative che avevano bisogno soltanto di tempo per essere confermate. Tanti tiri in area nostra? Mi sembra evidente per una squadra nella fascia nostra, così come sembra evidente se si guarda i numeri dei gol subiti. Questo è un campionato particolare, che non deve stupire nel tipo dei risultati finali. Bisogna cercare di non perdere, non di quanto perdere. E' un campionato che mi piace, perché è movimentato".

Su Dionisi, ex della gara:

"Lo ho apprezzato per come ha condotto l'annata scorsa e perché ci ha permesso di essere in Serie A quest'anno. E' una persona amabile, mi ha chiesto anche un consiglio e gliel'ho dato.Ha fatto una sua scelta, che non discuto, e anzi sono contento che l'abbia fatta sennò io non sarei qui. Sta confermando di essere un ottimo allenatore.Di Francesco e Romagnoli? Sono entrambi a disposizione, stanno bene".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andreazzoli alla vigilia col Sassuolo: "Speriamo nel tempo di diventare una squadra con la loro fisionomia"

FirenzeToday è in caricamento