Sport

Buone nuove per il progetto "Basta bullo io ballo - Lo sport cura la violenza oscura"

Anche i licei della Toscana aderiscono alla campagna

Arrivano buone nuove per il progetto "Basta bullo io ballo - Lo sport cura la violenza oscura" di Carmen de Gironimo, anche i licei della Toscana aderiscono alla campagna 

E' stata la dott.ssa Marta Mauriello la prima preside di un istituto scolastico ad aderire a questo progetto sociale.

Si tratta dell'Istituto Calasanzio di Empoli, il primo liceo in Italia a integrare il metodo "Il fattore emozionale per lo sviluppo delle prestazioni", promuovendo la conoscenza delle emozioni per una gestione efficace. 

La connessione è opera del consigliere nazionale Adise Livio Donato, docente del liceo, promotore di questa collaborazione oltre che di virtù per la crescita con etica.

L'obiettivo è contrastare il bullismo e la violenza in generale, mettendo l'accento sull'espressione e la gestione delle emozioni, sottolineando che la vittoria dell'anima è prioritaria rispetto a un trofeo da esibire.

LA CAMPAGNA SOCIALE

Questa campagna sociale, ideata e scritta da Carmen de Gironimo, emotional coach e scrittrice, presidente e fondatrice dell'associazione Emotional & More insieme alla vice presidente Maria de Caroli, patrocinata da FIGC, ADISE, FIDS e CAMPIONI DI VITA, mira a sensibilizzare contro il bullismo e la violenza in generale.

Grazie alle partecipazioni di Adise, la presidente di Fids Laura Lunetta, e una rappresentanza di Vito Tisci, presidente FIGC SGS e primo sostenitore del progetto e sempre attivo e presente, impegni e le richieste di collaborazioni sono cresciuti.

L'obiettivo comune è sensibilizzare sempre più ragazzi e incentivare insegnanti, tecnici e dirigenti a essere esempi eccezionali come uomini prima ancora che come campioni o perfezionisti della tecnica.

LA PRESENTAZIONE AL CALCIOMERCATO E A FIRENZA

È stato naturale presentare al calciomercato, con il sostegno del Vice Presidente Rocco Galasso, la collaborazione con Adise, casa di appartenenza dei direttori sportivi. Franco Morabito ha contribuito come eccellente moderatore, esprimendo la volontà di divulgare la sensibilizzazione contro l'indifferenza alla violenza.

Successivamente, a Firenze, nella suggestiva location della stazione Leopolda, ospiti di Fids. Insieme alla Presidente Laura Lunetta, da cui è partito l'invito a presentarlo, è stata ufficializzata la collaborazione con la Federazione Danza.

L'evento si è svolto sul palco del primo campionato assoluto di breakdance, con la partecipazione del vice presidente vicario Coni Silvia Salis, il governatore della Toscana Giani, il sindaco di Firenze Nardella e molte altre istituzioni propense al sociale.

Ma siamo solo all'inizio di questa nota che suona ritmi di sensibilizzazione contro la violenza e l'indifferenza. Grandi passi sono stati compiuti grazie all'unione di persone con valori che vanno oltre ogni trofeo, innescando premi per l'anima. Proprio come lo sport insegna: l'empatia e il lavoro di squadra possono portare dritti al goal.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buone nuove per il progetto "Basta bullo io ballo - Lo sport cura la violenza oscura"
FirenzeToday è in caricamento