Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Bologna-Fiorentina 3-3: Vlahovic non basta, Palacio guasta la festa viola

Gara pirotecnica tra rossoblu e viola: la squadra di Iachini va in vantaggio con Vlahovic su rigore ma Palacio pareggia. Il copione si ripete nella ripresa dopo i gol di Bonaventura e la doppietta del serbo. Fiorentina momentaneamente a +4 sul terzultimo posto

È finita con un pareggio 3-3 la sfida della 34ª giornata tra Bologna e Fiorentina. Grande rammarico per i viola, in vantaggio per tre volte e per tre volte recuperati dai padroni di casa.

Ad aprire le marcature al 22' su calcio di rigore, il solito Vlahovic, classe 2000 diventato protagonista nell'arco del match di uno 'scontro generazionale' con il 39enne Palacio. Il fuoriclasse argentino del Bologna alla mezz'ora ha risposto al vantaggio ospite sfruttando un'invenzione di Vignato e nella ripresa, dopo che la squadra di Iachini era tornata avanti prima con Bonaventura e poi con il secondo gol di Vlahovic, si è ripetuto portandosi a casa il pallone. La tripletta dell'ex interista (diventato il giocatore più anziano della Serie A a segnare una tripletta) ha impedito ai toscani di festeggiare una vittoria di fondamentale importanza in chiave salvezza.

Il pareggio del Dall'Ara consente ai gigliati di portarsi a quota 35, con un vantaggio di quattro lunghezze sul terzultimo posto occupato momentaneamente da Benevento e Torino (i sanniti sono stati sconfitti in casa del Milan, mentre i granata giocheranno in casa con il Parma lunedì sera). Nel prossimo turno, in programma al Franchi sabato 8 maggio alle 20:45, i viola dovranno vedersela contro una Lazio in piena lotta per qualificarsi alla Champions League.

Bologna-Fiorentina, la cronaca

Prima occasione della partita al 4': tiro di Soriano dopo un'azione di contropiede del Bologna orchestrata da Palacio, pallone leggermente deviato, parato da Dragowski. Al 19' tiro di Pulgar dal limite dell'area e deviazione con il braccio di Soumaoro, Dionisi fischia calcio di rigore a favore della Fiorentina e ammonisce il difensore degli emiliani. Dal dischetto va Vlahovic, implacabile col sinistro a incrociare. Diciotto in stagione per il classe 2000. I viola hanno una buona opportunità per raddoppiare alla mezz'ora con un colpo di testa di Pezzella su azione da corner, il pallone però termina alto. Sul successivo ribaltamento di fronte il Bologna giunge al pareggio: invenzione di Vignato che per vie centrali trova uno splendido corridoio per Palacio, bravo ad anticipare l'uscita di Dragowski e a realizzare l'1-1. Momento favorevole per i padroni di casa, ancora pericolosi al 35' con un tracciante di Vignato per Barrow, decisiva l'opposizione in uscita del portiere viola Dragowski. Al 43' buona opportunità per la Fiorentina con un bel destro di Bonaventura di poco alto sopra la traversa. Il primo tempo va in archivio con le squadre sull'1-1.

Nessun cambio durante l'intervallo, la ripresa ricomincia con gli stessi protagonisti del primo tempo. Inizio aggressivo del Bologna, insidioso soprattutto con un ispiratissimo Vignato. Nonostante la pressione dei padroni di casa la Fiorentina torna in vantaggio al 58': il cross dalla trequarti di campo destra di Venuti pesca Bonaventura in area di rigore, bravo a prendere il tempo in spaccata a Svanberg e Skorupski. Iachini manda in campo Igor per Biraghi per assumere un atteggiamento più accorto ma il Bologna al 71' pareggia con il secondo gol di Palacio, pescato ancora una volta da Vignato. La reazione della Fiorentina non si fa attendere e al 74' i viola sono di nuovo avanti: calcio d'angolo di Pulgar, malinteso tra Skorupski e Soumaoro, ne approfitta Vlahovic, appostato sul secondo palo, che da pochi passi fa 3-2. Al 77' finisce la partita di Ribéry, sostituito da Kouamé e nel finale c'è spazio anche per Castrovilli al posto di Bonaventura. Il tandem Vignato-Palacio colpisce ancora all'84': il 2000 rossoblu vede l'inserimento dell'argentino all'altezza del dischetto, aggancio, tiro e Dragowski battuto per la terza volta. Durante i minuti di recupero Vlahovic e Kouamé provano fino all'ultimo ma mancano di lucidità e la partita termina con un punto a testa e tanti rimpianti per i viola. 

Bologna-Fiorentina 3-3: il tabellino

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Tomiyasu (76' Skov Olsen); Svanberg, Soriano; Orsolini, Vignato (90' Juwara), Barrow; Palacio. A disp.: Da Costa, Ravaglia, Amey, Mbaye, Poli, Baldursson, Rabbi, Antov, Faragò, Urbanski. All. Mihajlovic

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Pulgar, Amrabat, Bonaventura (82' Castrovilli), Biraghi (68' Igor); Ribéry, Vlahovic. A disp.: Terracciano, Rosati, Martinez Quarta, Olivera, Malcuit, Barreca, Montiel, Callejón, Eysseric. All. Iachini

Arbitro: Dionisi di L'Aquila
Assistenti: Paganessi - Lo Cicero
IV: Santoro
VAR: Valeri
AVAR: Carbone

Marcatori: 22' (rig) e 74' Vlahovic (F), 30' e 71' Palacio (B), 64' Bonaventura
Note - ammoniti Soumaoro, Svanberg, Skov Olsen (B), Milenkovic (F). Recupero: 2' p.t., 4' s.t.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna-Fiorentina 3-3: Vlahovic non basta, Palacio guasta la festa viola

FirenzeToday è in caricamento