rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Basket

B interregionale: Empoli si tiene il secondo posto piegando Sestri. Brutto stop per Legnaia con San Miniato, Castelfiorentino ko contro Spezia

Al rientro dalla pausa natalizia, la Virtus Siena mantiene la vetta solitaria della classifica battendo Arezzo

Al rientro dalla pausa natalizia, la Virtus Siena mantiene la vetta solitaria della classifica battendo Arezzo 66-57 chiudendo a doppia mandata il canestro nell’ultimo quarto dove i rossoblù concedono agli amaranto appena sei punti dopo i 23 del terzo; top scorer Lombardo e Calvellini con 16 a testa. In seconda posizione, ad una vittoria di distanza, si conferma la coppia Cecina-Empoli che sfrutta il calendario favorevole. La formazione di Da Prato respinge l’assalto di Serravalle, sfoderando un primo tempino da 31 punti per poi gestire senza rischi, 93-83 il finale con 20 di Turini e doppia doppia (13 punti e 11 rimbalzi) di Milojevic. L’Use fatica più del previsto per domare la resistenza di Sestri, reduce dal cambio allenatore: sopra di 12 all’intervallo e con un vantaggio massimo di 19, i biancorossi soffrono il rientro ligure per poi riprendere slancio all’ultima curva imponendosi 66-73. Dietro ancora un duo: San Miniato e Quarrata. L’Etrusca strapazza Legnaia confermandosi squadra da trasferta, 63-81 al 40’, con fuga nel secondo periodo dove i fiorentini segnano solo sette punti. I pistoiesi liquidano Lucca 99-81 con una prova mostruosa di Tiberti (19+15 rimbalzi), ben supportato da Regoli (17+11) e Molteni (19 punti pure per lui). Infine ennesimo stop per Castelfiorentino: i gialloblù rendono dura la vita a Spezia (che ha ritrovato Sakalas) con un buon esordio di Zaiets, ma cedono in volata 78-74.

Qui Empoli

Due punti tanto sofferti quanto fondamentali per l’Use Empoli che espugna il campo della Pallacanestro Sestri Ponente, ultima della classe. La Computer Gross sciupa un vantaggio extra large, +19 nel terzo tempino e si vede addirittura sorpassare. Nel finale però è brava a non perdere la testa e a infilare un break di 10-2 che le consente di restare in scia della Virtus Siena. Rosselli è subito in palla, ma anche Sestri comincia bene e si porta sul 9-5 con Anaekwe (14+14 e 28 di valutazione), Cerchiaro e Mazzoni però rimettono l’Use davanti e Calabrese firma il 13-17 del 10’. Nel secondo periodo Empoli trova maggiore fluidità in attacco e 10 punti da Calabrese, cinque nel finale per il 32-44 della pausa lunga. Rosselli, Sesoldi e Giannone ampliano il divario sul 34-53, prima del black out biancorosso. Anaekwe e Daunys sono i protagonisti della rimonta ligure, parziale di 9-0 interrotto da un 2+1 di Giannone. Una conclusione da fuori di Cavallaro e un canestro ancora del lituano valgono il 54-59 del 30’. Scambio di triple tra Calabrese e Pittaluga, quindi quattro consecutivi di Daunys valgono il clamoroso sorpasso sul 64-63. Rosselli perde palla, Anaekwe fallisce la conclusione del +3 e lo stesso Rosselli si fa perdonare con il “gol” dall’arco che riporta definitivamente avanti l’Use. Giannone sfrutta un rimbalzo offensivo di Quartuccio per il 64-68 con 2’20’’ sul cronometro, quindi il play si mette in proprio per il canestro dai 6,75 che è la sentenza sul match. Empoli chiude sul 66-73 e rimane seconda insieme a Cecina.

Sestri-Use Empoli 66-73 Parziali 13-17, 32-44, 54-59

Pallacanestro Sestri: Pasqualetto 2, Pittaluga 3, Cavallaro 5, Daunys 19, Costa ne, Anaekwe 14, Pintus 9, Zini 12, Cartasegna 2. All. Bianchi

Computer Gross Empoli: Giannone 17, Baccetti 2, Sesoldi 7, Rosselli 16, Fogli ne, Calabrese 17, Mazzoni 8, Quartuccio 3, Tosti ne, Cerchiaro 3. All. Valentino

Arbitri: Fabiani di Livorno e Nocchi di Vicopisano

Qui Legnaia

Forse la peggior prestazione di Legnaia che si arrende nettamente sul parquet di casa a San Miniato, scivola a 4 lunghezze dai biancorossi e con lo scontro diretto sfavorevole. Gli ospiti comandano dalla palla a due (subito 0-5) al 40’, toccando anche il +24. Legnaia pareggia a quota 16 con una tripla di Scampone, deve far accomodare in panca Sakellariou con due falli, quindi sempre dall’arco Capozio rimette sopra l’Etrusca che va alla prima pausa sopra di sei grazie a un’altra conclusione dai 6,75, stavolta di Bellachioma (miglior marcatore a quota 23). Nel secondo quarto la Cantini Lorano deraglia, non segna più (appena sette punti in totale e uno solo negli ultimi sei minuti), ancora Bellachioma e Lovato fanno scappare San Miniato che tocca il +19 del riposo lungo con una tripla di Ermelani. Lo scarto lievita fino al 28-52 con Cravero. Qui la formazione di Zanardo ha uno scatto d’orgoglio che la porta a dimezzare lo svantaggio con Ingrosso e Sakellariou, ma è un fuoco di paglia. In tre minuti e l’Etrusca piazza un nuovo parziale, tocca il +20 che diventa una montagna impossibile da scalare per i gialloblù. 

Olimpia Legnaia-San Miniato 63-81 Parziali: 21-27, 28-44, 50-66

Cantini Lorano Legnaia: Ingrosso,9 Mazzerelli ne, Iobstraibizer ne, Merlo 9, Lastrucci, Bruno 3, Sakellariou 16, Del Secco 5, Giannozzi 3, Cherubini 6, Scampone 5, Nikoci 7. All. Zanardo

La Patrie San Miniato: Lovato 16, Bellavia, Menconi 8, Bellachioma 23, Ermelani 3, Scardigli 4, Speranza, Sabatino ne, Jovanovic 11, Capozio 6, Ndour 4, Cravero 6. All. Martelloni

Arbitri: Orlandini e Sposito di Livorno

Qui Castelfiorentino

Inizio amaro del 2024 per Castelfiorentino che cede il passo di misura a Spezia. Ancora una volta a fare la differenza è stata la fisicità dei locali (38-25 il conteggio finale dei rimbalzi, 11-1 quelli offensivi) oltre all’enorme talento offensivo di Carpani (5/6 dall’arco a compensare il 2/9 da due) a cui hanno fatto da “contorno” i gemelli Paoli e il rientrante Sakalas. Partita sempre in equilibrio con scarti minimi. Dopo il 7-3 interno, Zaiets inaugura la sua avventura castellana infilando due triple a distanza ravvicinata per il sorpasso: 7-11 dopo sei minuti di gioco. La penetrazione di Belli vale il +5 (10-15) ma Filippo Paoli dall’arco tiene i suoi incollati e il gemello Matteo dalla lunetta firma il 19-18 del 10’. Spezia domina sotto i tabelloni e allunga grazie alle triple di Carpani e Sakalas, 31-26, vantaggio annullato però da Scali. Liguri sopra di 1 all’intervallo e sotto di 4 al rientro in campo grazie a Pucci. Ancora i canestri da fuori permettono a Spezia di ribaltare l’inerzia, break di 16-0 sempre con i gemelli Paoli e Sakalas sugli scudi. Ultimo quarto con Spezia avanti 58-49, ma i ragazzi di Angiolini rientrano con Scali e Zaiets, per poi trovare il pareggio con Nannipieri sul 65-65. Carpani e Filippo Paoli rispondono dando l’ennesima spallata, Nepi tiene a galla la Solettificio Manetti fino al 76-74 con 30’’ da giocare. È il solito Filippo Paoli, però, a stroncare ogni illusione. 

Spezia-Castelfiorentino 78-74 Parziali: 19-18, 37-36, 58-49

Spezia Basket: Carpani 19, Mencarelli 2, Preci ne, Vespa ne, Paoli F. 21, Paoli M. 17, Cozma ne, Stefannini 2, Fazio, Sakalas 17, Tintori 2, Rajacic ne. All. Scocchera 

Solettificio Manetti Castelfiorentino: Rosi, Lazzeri, Lilli ne, Corbinelli, Pucci 2, Zaiets 19, Scali 18, Nepi 17, Cantini, Nannipieri 4, Belli 14. All. Angiolini

Arbitri: Forte di Siena e Mammola di Chiavari

Classifica: Virtus Siena 24; Cecina, Use Empoli 22; Quarrata, San Miniato 18; Spezia 16; Legnaia, Lucca 14; Arezzo 12; Serravalle 10; Castelfiorentino, Sestri 4. Lucca e Sestri una partita in meno 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B interregionale: Empoli si tiene il secondo posto piegando Sestri. Brutto stop per Legnaia con San Miniato, Castelfiorentino ko contro Spezia

FirenzeToday è in caricamento