Pasticceria Buonamici, dolcezze in San Frediano

Anche la pasticceria artigianale di via dell'Orto arriva tra i finalisti di #afirenzecigarba, il nostro contest dedicato alla schiacciata alla fiorentina più golosa della città

Roberto Buonamici, il titolare della pasticceria

A partire da lunedì 5 febbraio le pasticcerie finaliste del contest #afirenzecigarba si affronteranno nella sfida finale, dove verrà eletta la schiacciata alla fiorentina più buona della città. Aspettando la finalissima, proseguiamo il nostro viaggio attraverso le pasticcerie di Firenze in gara.

Oggi vi raccontiamo la realtà della Pasticceria Artigianale Buonamici, una storia che comincia da lontano. L’attività è stata fondata nel 1949 da Bruno Buonamici, padre di Roberto, che aveva imparato il mestiere lavorando sin da piccolo per la “Pasticceria Robiglio”.

Bruno, dopo il suo rientro dal fronte della seconda guerra mondiale, decise di avviare una doppia attività nello stabile che ancora oggi ospita la Pasticceria: mentre nel negozio con entrata in via dell’Orto 12/r la moglie Ida conduce un’attività di Pizzicheria, Bruno assieme al figlio Roberto e con l’aiuto di qualche parente, riprende la sua attività di Pasticcere adibendo le stanze tergali a laboratorio di Pasticceria (ingresso Laboratorio Piazza dei Nerli 5). 

L’attività sin da subito inizia ad essere conosciuta fra i vicini e diventa un punto di riferimento del quartiere di San Frediano. All’inizio si vendono solo i “minuzzoli” dalla finestra ma, vista la continua richiesta, oltre alla fornitura di paste dolci per i bar Bruno e Roberto iniziano a preparare e vendere dolci anche ai privati che si recano direttamente nel Laboratorio.

L’alluvione del novembre 1966 mette a dura prova l’attività, i locali vengono completamente sommersi dell’acqua e alcuni macchinari vengono compromessi definitivamente. Nonostante tutto l’attività riprende e le forniture ai bar continuano. Nel 1973 inizia una nuova fase dell’attività: Roberto Buonamici diviene il titolare della Ditta pur continuando a collaborare con il padre.

Il negozio di alimentari viene definitivamente chiuso e l’attività di Pasticceria diviene l’unica attività lavorativa: viene aperto il punto vendita con entrata in Via dell’Orto. Nel 2002 si unisce alla gestione della Pasticceria Rossella Buonamici, figlia di Roberto. Il punto vendita viene ristrutturato e una nuova fase dell’attività prende avvio. 

Negli gli ultimi anni anche Patrizia, sorella di Rossella, sua moglie Cristina e il cugino Guido si sono uniti alla “banda” e insieme portano avanti la tradizione di famiglia. La Pasticceria Buonamici, non è solo un luogo dove produrre e vendere dolci ma è anche un luogo di affetti e ricordi. Molti degli attuali clienti, sono i figli e i nipoti dei clienti che furono del nonno Bruno e che continuano ad andare in pasticceria nonostante si siano trasferiti in altri quartieri di Firenze.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento