Uffizi, 400.000 follower su Instagram: è il più seguito in Italia

E' il 24esimo al mondo per follower. Una crescita impetuosa: in pochi mesi 100mila in più

Non si ferma l’avanzata delle Gallerie degli Uffizi su Instagram: dopo aver superato, nel maggio scorso, i 300mila follower, il celebre museo fiorentino ha appena tagliato il traguardo dei 400mila seguaci. Primi in assoluto tra i musei italiani, gli Uffizi guadagnano adesso un posto nella classifica di quelli internazionali, passando in pochi mesi dal 22° al 21° posto e collocandosi a un passo dal Getty Museum di Los Angeles (401mila followers), oltre che poco distanti dal Palais de Tokyo (414mila) e dal Rijksmuseum (483mila). I numeri sono tanto più impressionanti se si considera che gli Uffizi sono entrati solo recentemente su Instagram, mentre molti musei stranieri sono dei veterani nel campo.

Nella ‘corsa social’ del 2019, le Gallerie hanno inoltre superato importanti realtà come la National Gallery di Washington, il Museum of Fine Arts di Boston, la Fondazione Louis Vuitton, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia. Su scala europea, con i loro 400mila ‘fan’ le Gallerie degli Uffizi si collocano al 14° posto, mentre sono ancora i musei inglesi e francesi – come gli americani, presenti sulla piattaforma da molti più anni - a dominare la classifica (al primo posto il Louvre con 3.7milioni di follower; al secondo la Tate Gallery con 3.3 milioni; al terzo la Saatchi Gallery con 1.8 milioni).

Impetuoso è poi il ritmo di crescita dei seguaci del profilo Uffizi Galleries: nel 2019 si è registrato infatti un aumento del +74,8% di follower rispetto al 2018, quando si era invece registrato un aumento del +33,7% di follower rispetto al 2017, primo anno di rilevazione statistica dell’account Instagram delle Gallerie degli Uffizi (169.399 follower alla fine del 2017; 226.449 follower alla fine del 2018; 395.848 follower alla fine del 2019).

“Il canale degli Uffizi su Instagram è diventato uno strumento di diffusione democratica della cultura italiana, con un raggio d’azione enorme, se si considera il profilo internazionale dei follower - afferma il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt - Ma soprattutto è un'occasione di conoscenza, di nuove idee, di scoperte e di immagini di opere mai viste o di capolavori presentati in un contesto nuovo, che provoca il pensiero e il dibattito. Ogni giorno viene pubblicata un'immagine, accompagnata da uno scritto storico, filosofico, poetico o divertente proposto in italiano e inglese: una formula che sta conquistando migliaia di nuovi appassionati ogni settimana, in ogni angolo del mondo”.

Complessivamente, il numero di post pubblicati durante il 2019 su Instagram è stato di 368. Il picco di copertura di un singolo post (ovvero il numero di volte che è stato visualizzato da account unici) è stato di 159.528: ad ottenerlo, il 16 aprile, è stato quello in solidarietà a Parigi ed alla Francia per il drammatico incendio di Notre Dame, attuale record assoluto di clic dall’apertura dell’account.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento