Mercoledì, 12 Maggio 2021
social

Topo Gigio torna in tv

Il topino italiano in una nuovissima serie in animazione realizzata interamente in Italia tra Milano e Firenze

Topo Gigio torna in tv. Una grande prima tv per le famiglie italiane, per far conoscere anche ai più piccoli il celebre pupazzo che ha allietato l'infanzia di moltissimi adulti di oggi, in una nuova, smagliante, versione cartoon. Da lunedì 5 ottobre, tutti i giorni alle 18:00, e dal 6 ottobre anche alle 7:10, il topolino più famoso della tv italiana ma non solo, torna in onda su Rai Yoyo.

La serie animata su Topo Gigio, prodotta in animazione 2D fra Milano e Firenze da Topo Gigio Srl e Movimenti Production in collaborazione con Rai Ragazzi, è l`ultimo progetto al quale ha lavorato Maria Perego, la creatrice del celebre personaggio scomparsa lo scorso novembre all`età di 95 anni, che ha partecipato all`ideazione e alla scrittura degli episodi, supervisionando fino all`ultimo la serie. La nuova serie animata racconta in 52 episodi le avventure quotidiane del primo topolino che vive nel mondo degli umani. Per Topo Gigio ogni cosa è nuova ed interessante, anche una noiosa ricerca sui magneti o un semplice gioco in cortile con i suoi amici Zoe, Bike Bob e il GTeam, il Gigio team. Perché Topo Gigio può sembrare un topolino tranquillo, ma dietro quell'aria dolce si nasconde un dinamico topo pieno d`idee.

Gigio è sempre quello che abbiamo conosciuto in questi oltre 60 anni di vita del personaggio: tenero, simpatico e coccolone. Dal 1959, anno della sua prima apparizione in tv, ha attraversato tutta la storia del piccolo schermo, da "Carosello", primo pupazzo animato ad apparire nell`indimenticato programma di siparietti e pubblicità, a "Canzonissima", fino allo "Zecchino d`Oro", senza contare i successi all`estero. Ospite 94 volte dell`"Ed Sullivan Show", il più famoso programma degli Stati Uniti, in onda dal 1948 sulla CBS per oltre vent`anni, le sue apparizioni sulle tv di tutto il mondo contano milioni di repliche. (Segue)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FirenzeToday è in caricamento