social

Venezia 78, Benigni e il bellissimo discorso dedicato a Nicoletta Braschi: "Questo premio è tuo"

Roberto Benigni ha ricevuto il Leone d'Oro alla carriera durante la serata inaugurale della Mostra del cinema di Venezia

Roberto Benigni ha ricevuto il Leone d'Oro alla carriera in occasione della serata inaugurale della 78esima mostra del cinema di Venezia. Il regista toscano ha però voluto sottolineare come il premio non sia suo, ma della sua musa, della sua "attrice prediletta" Nicoletta Braschi con la quale è sposato dal 1991. "Mi meritavo un micino" ha scherzato l'attore toscano sul palco, provando poi a spiegare l'emozione: "È un sentimento d'amore quello che provo e che vorrei restituire, decuplicato". 

La bellissima dedica di Benigni a Nicoletta Braschi

Un premio che Benigni ha condiviso con sua moglie: "Vorrei, se mi concedete proprio qualche momento, dedicare poche parole a una persona che è nell'apice dei miei pensieri, come dice Dante che imparadisa la mia mente, che è qui in sala stasera, la mia attrice prediletta, Nicoletta Braschi - ha detto - alla quale non posso nemmeno dedicare questo premio, perché questo premio è suo. Ti appartiene lo sai, quindi lo dedicherai tu a chi vorrai". Il discorso diventa così un meraviglioso dialogo tra loro due, lui parla e lei risponde con gli occhi: "Abbiamo fatto tutto insieme per 40 anni di lavoro - ha proseguito - Quanti film abbiamo fatto... Come si fa a misurare il tempo in film? Io conosco una sola maniera di misurare il tempo: con te e senza di te - ha spiegato il regista in quella che è stata una lunga dichiarazione d'amore alla moglie -. Questo premio ce lo possiamo dividere. Io mi prendo la coda, per manifestare la mia gioia, diciamo per farti vedere la mia allegria, e il resto è tuo. Le ali soprattutto, perché se qualche volta nel lavoro che ho fatto qualcosa ha preso il volo è grazie a te, al tuo talento, al tuo mistero, al tuo fascino, alla tua bellezza, al tuo talento di attrice. Quante cose ho imparato osservandoti recitare sul set. Alla tua femminilità. Al fatto di essere donna, che le donne come si sa hanno qualcosa che noi uomini non comprendiamo veramente. Un mistero senza fine, che non comprendiamo". 

Le parole di Roberto Benigni accarezzano tutte le donne, poi tornano sulla moglie: "Aveva ragione Groucho Marx quando diceva: Gli uomini sono donne che non ce l'hanno fatta, ed è la verità ed è così io non ce l'ho fatta ad essere come te, Nicoletta. Quanta luce che emani. La prima volta che ti ho vista ricordo che emanavi talmente tanta luce che ho pensato che il nostro signore facendoti nascere avesse voluto adornare il cielo di un altro sole. È stato proprio quello che si dice un amore a prima vista anzi a ultima vista, anzi a eterna vista. Grazie a tutti grazie", ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia 78, Benigni e il bellissimo discorso dedicato a Nicoletta Braschi: "Questo premio è tuo"

FirenzeToday è in caricamento