social

Raffaella Carrà, l'urna passerà anche in Toscana

L'ultimo saluto nella chiesa di Santa Maria in Ara Coeli di Roma

Oggi sono stati celebrati a Roma i funerali di Raffaella Carrà, regina incontrastata della tv scomparsa a 78 anni a causa di una malattia tenuta nascosta fino alla fine. Gli omaggi per l’artista sono iniziati mercoledì 7 luglio: dopo il lungo corteo, che dalla casa romana dell’artista ha toccato le sedi principali della Rai quali simboli della sua immensa carriera, il feretro è arrivato nella sala della Protomoteca in Campidoglio, accolto dalla sindaca di Roma Virginia Raggi che ha accompagnato nella sala Sergio Japino e i familiari. Poi l’apertura della camera ardente che ha permesso ad amici e fan di renderle l’ultimo saluto.

La celebrazione del rito funebre si è tenuta presso la chiesa di Santa Maria in Ara Coeli di Roma, preferita alla più tradizionale chiesa degli Artisti che ha ospitato i funerali di molti personaggi del mondo dello spettacolo per due motivi: la vicinanza alla camera ardente e la maggior capienza possibile nel rispetto delle norme anti Covid. I cittadini hanno avuto anche la possibilità di seguire le esequie in diretta attraverso un maxischermo allestito in piazza del Campidoglio. Ad aprire le esequie padre Simone Castaldi, insieme a quattro frati cappuccini di San Giovanni Rotondo considerata la grande devozione di Raffaella per Padre Pio.

Padre Di Leo al termine della omelia durante i funerali ha ricordato il legame dell'artista con la figura di Padre Pio, il suo ruolo di madrina all'inaugurazione di 'Padre Pio tv' e la sua conduzione dello show Rai nel 2002 in occasione della canonizzazione del frate con le stimmate. 

"Raffaella Carrà è venuta molto spesso a San Giovanni Rotondo ed è stato suo desiderio tornarci. Per questo, non appena sarà possibile con Sergio Japino ci organizzeremo perché la sua urna farà tappa nella chiesa di Padre Pio e poi all'Argentario".

In Toscana, Raffaella Carrà, era proprietaria di una villa immersa nel verde di Cala Piccola, nel cuore del Monte Argentario, vicino a Porto Santo Stefano. Dall’abitazione si può vedere davanti l’isola del Giglio e l’Isola di Giannutri, scrive AdnKronos. La Carrà andava spesso al Monte Argentario, dove ha vissuto tanti anni con il compagno Sergio Iapino. Il Comune di Monte Argentario ha omaggiato di recente l’artista con il Guzzo d’Oro. Ma oltre a Cala Piccola, Raffaella Carrà ha un’altra proprietà in Toscana: un appartamento nel bellissimo comune di Montalcino, in provincia di Siena. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffaella Carrà, l'urna passerà anche in Toscana

FirenzeToday è in caricamento