rotate-mobile
social

78 anni fa il bombardamento dei ponti a Firenze: ecco perché Ponte Vecchio si salvò

Tra leggende e strategie militari, ecco perché il ponte più famoso al mondo fu risparmiato dai tedeschi

Era la notte del 3 agosto 1944 quando Firenze subì uno dei colpi più duri della sua recente storia,  ovvero il bombardamento di tutti i ponti del Lungarno da parte truppe nazifasciste, allo scopo di rallentare l’avanzata degli alleati per la liberazione della città. Tutti, tranne uno, ovvero Ponte Vecchio. Sulla motivazione di questa scelta ancora ci sono tante teorie, tra teorie leggendarie e strategie militari. 

Hitler, Wolf e la leggenda del "Burgasso": perché Ponte Vecchio fu risparmiato

La più famosa è sicuramente quella che riguarda Adolf Hitler. Il duce Mussolini e il Führer fecero visita a Firenze il 9 maggio del 1938 per vedere le bellezze delle città, tra monumenti e musei. Arrivati davanti al Ponte Vecchio dopo aver visitato il Corridoio Vasariano, si narra che Hitler fu affascinato dalla bellezza del ponte più famoso al mondo, e quindi è stato ipotizzato che Ponte Vecchio fu risparmiato dai bombardamenti proprio su decisione di Hitler, perché troppo bello. 

Un'altra teoria riguarda invece quella legata al console tedesco Gherard Wolf, che svolse la seguente carica dal 1940 al 1944. Ancora oggi sul ponte, è possibile trovare una targa a lui dedicata, per l'impegno nel salvare molti ebrei e prigionieri. Non solo, Wolf si impegnò moltissimo nei suoi anni in carica a salvaguardare anche il patrimonio storico e culturale di Firenze, e proprio per questo si pensa che fu lui a convincere le truppe tedesche a non bombardare Ponte Vecchio.

Infine c'è una terza ipotesi, che è quella più leggendaria, che vede protagonista il “Burgasso”, ovvero un anziano custode trasandato, ritenuto innocuo dai tedeschi, e quindi libero di girare sul ponte. Leggenda vuole che quando le truppe nazifasciste piazzarono le bombe da far esplodere, il Burgasso le sabotò durante la notte, salvando il Ponte Vecchio.

Tutte e tre le teorie sono affascinanti e curiose, anche se nessuno sa realmente il vero motivo per cui Ponte Vecchio fu risparmiato. In realtà è possibile che il motivo sia legato a scelte militari e strategiche, in quanto la volontà dei tedeschi fosse quella di far passare proprio i carri armati degli Alleati sul Ponte Vecchio per rallentarli, in quanto ritenuto troppo stretto per passarci. Fatto sta che Firenze, dopo questi bombardamenti, riuscì a rialzarsi e tornare allo splendore che oggi conosciamo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

78 anni fa il bombardamento dei ponti a Firenze: ecco perché Ponte Vecchio si salvò

FirenzeToday è in caricamento