rotate-mobile

Pitti Uomo 2024, la storia del calzolaio: "Ho lasciato la grande azienda per aprire il mio piccolo laboratorio" / VIDEO

Matteo Caparrini, originario di Malmantile, produce scarpe personalizzate su misura: "Le persone stanno tornando a scegliere l'artigianalità rispetto alla grande distribuzione"

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Pitti non significa solo grandi brand e aziende famore, ma anche storie di idee e coraggio. Come quella di Matteo Caparrini, 35enne di Malmantile. Matteo nasce in una famiglia di calzolai, e dopo aver fatto esperienza nelle fabbriche delle grandi firme, ha deciso di mettersi per conto proprio e seguire una strada più artigianale. "Tutto è cominciato quando mio nonno nel dopo guerra ha aperto il suo piccolo laboratorio di scarpe. Mia babbo ha poi trasformato quel piccolo laboratorio in una grande azienda, dove ho avuto l'opportunità di imparare questo mestiere e fare esperienza lavorando con i grandissimi marchi della moda internazionale". 

All'età di 25 anni Matteo decide quindi di lasciare il mondo dei grandi numeri e tornare sulle orme del nonno. "Ho deciso di abbandonare questo mondo fatto di tempi stretti e corse contro il tempo e aprire il mio piccolo laboratorio dove faccio scarpe fatte interamente a mano su richiesta del cliente". Prodotti non commerciali, dove i clienti scelgono tutto, dal pellame agli accessori fino ai colori. "L'ultima richiesta che abbiamo avuto è una scarpa a tema Signore degli Anelli: la scarpa destra era ispirata al bene, mentre la sinistra al male. Abbiamo aggiunto tutti gli elementi del film, come il cavallo bianco di Ghandalf, le armature la lava e altre particolarità della saga". 

Insomma, il mondo del piccolo artigianato riesce ancora a farsi spazio. "La vera unicità di un prodotto la puoi trovare solo da un vero artigiano. Vedo che le persone stanno tornando a scegliere l'artigianalità rispetto alla grande distribuzione. Al di là dell'aspetto legato al business, secondo me la vera differenza è la soddisfazione che ti dà questo lavoro. Realizzare un'idea in qualcosa di concreto con le tue mani è una sensazione impagabile". 

Video popolari

FirenzeToday è in caricamento