social Impruneta

Il peposo e il Duomo di Firenze

Impruneta è da sempre molto famosa per la sua terra cotta di grande qualità (cotto d'Impruneta) e un piatto tipico della cucina toscana e fiorentina si dice che sia nato proprio nelle fornaci dove l'argilla veniva cotta

Impruneta è da sempre molto famosa per la sua terra cotta di grande qualità (cotto d’Impruneta), e un piatto tipico della cucina toscana e fiorentina si dice che sia nato proprio nelle fornaci dove l’argilla veniva cotta: questa pietanza è il Peposo.

In un angolo della fornace, i fornacini, gli addetti alla cottura, mettevano in un tegame di coccio il muscolo di chianina tagliato a cubetti grossolani, l’aglio, il sale, gli odori, tanto pepe e tanto vino quanto entrava nel coccio. Dopo 5 ore il piatto era pronto.

Si narra che questo piatto divenne uno dei preferiti del Brunelleschi, che durante la costruzione della cupola della Cattedrale di Santa Maria in Fiore si doveva recare spesso ad Impruneta per vigilare sulla cottura dei mattoni. Rimasto talmente colpito da questo piatto povero ma gustosissimo decise di portarlo anche tra i cantieri del Duomo per tutti gli addetti alla sua costruzione.

La ricetta del Peposo è difficile che sia univoca per tutti: essendo una pietanza popolare ne esistono molte varianti con diverse quantità, ma se la materia prima è buona il risultato è sempre lo stesso: un piatto squisito.

1 chilo di muscolo di chianina
1 litro di Chianti
Pepe nero
5 spicchi d'aglio vestito
Pane toscano a fette
Salvia e rosmarino
Sale

In una pentola capiente (possibilmente di coccio) mettere la carne tagliata a cubetti grossolani, glia gli non pelati, il sale, il mazzetto di odori e il pepe. Coprite con il vino e far cuocere a calore moderato, in forno o sul fornello, fino a che la carne non risulti estremamente morbida.

Tostate le fette di pane, in forno o sulla griglia, versateci sopra il peposo e servire subito.

Peposo (foto lostivaleinpentola.blogspot.it)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il peposo e il Duomo di Firenze

FirenzeToday è in caricamento