social

Migliori panettoni artigianali d'Italia: la pasticceria Rigacci vince con il suo Cioccorum

Un successo per la pasticceria che da tre generazioni ha le mani in pasta

Cioccorum, la premiazione del panettone Rigacci

La via in cui risiede il laboratorio e la pasticceria Rigacci porta il nome di un grande artista, Pablo Picasso, e forse il loro successo nazionale era già in parte scritto. In un momento storico, sociale e economico complicato, ricevere un riconoscimento per il proprio lavoro è la benzina che serve per far girare il motore e sperare in tempi migliori. La pasticceria Rigacci '48 si conferma una delle eccellenze italiane nel mondo dei lieviti naturali natalizi e con il suo "Cioccorum" ha vinto il primo premio della giuria popolare del concorso Mastro Panettone che si è svolto a Bari.

"Mastro Panettone” è la competizione, organizzata da Goloasi.it, tra le più importanti che premiano i lieviti di Natale. I partecipanti erano 200 suddivisi in tre categorie: miglior pandoro, miglior panettone artigianale tradizionale e miglior panettone artigianale creativo al cioccolato.

"Dopo anni di passione e lavoro abbiamo raggiunto un bellissimo traguardo, ma non ci fermiamo qui - ha commentato Roberto Rigacci -. Per noi la più grande soddisfazione arriva dai clienti quando ci chiamano per dirci quanto gli siano piaciuti i nostri prodotti o quando di anno in anno li vediamo tornare, ma a livello personale è un successo che ci riempie di gioia".

I segreti del successo e i nuovi gusti di panettoni

La ricerca delle materie prime e il miglioramento della qualità hanno portato la pasticceria di Cerbaia, San Casciano Val di Pesa, a raggiungere numerosi riconoscimenti nazionali dal 2017 ad oggi con la vittoria del primo premio. "L'umiltà è alla base del successo, non dobbiamo mai scordarci di chi si era prima, per questo se dei ragazzi, che vogliono imparare il mestiere, mi 'chiedono come si fa' io rispondo sempre".

 "La voglia di sperimentare ci caratterizza, stiamo già provando i gusti per il prossimo anno. Ciò che ci permette di variare è il realizzare tutto noi. Abbiamo 26 gusti di panettone, la frutta candita è di nostra produzione (arancia, pera, fichi, limone...) e per il prossimo Natale stiamo perfezionando la ricetta di un panettone con mirtilli, marron glacé e zenzero candito, chissà forse uscirà già per quest'anno, stiamo valutando!".

Rigacci, una pasticceria da tre generazioni

"Partecipiamo alle gare non per vedere di più ma per confrontarci con i colleghi e per capire a che punto siamo, ovvio se poi aumentano anche le vendite siamo felici, ma non è quello il nostro scopo. Siamo una ditta familiare e al momento non abbiamo uno store online - ha spiegato Roberto Rigacci che gestisce l'attività insieme al fratello e al padre -, preferiamo che i clienti vengano a comprare i nostri prodotti in negozio. In questo periodo difficile ci siamo anche attivati con la consegna a domicilio, ma per noi il rapporto diretto con il cliente è importante. Quando ci sentiremo in grado di aprire un negozio online allora lo faremo, ma non è ancora il momento". Alla domanda quanti panettoni vendete ogni anno? Roberto ha risposto ridendo "Ehh bella domanda, io rispondo sempre che chi li conta ha tempo da perdere!".

Le mode non graziano il mondo del food e infatti da circa due anni il pistacchio la fa da padrone, e da Rigacci si sono attrezzati con ben due varianti, ma nella loro pasticceria il più venduto è il "Panettone al caramello salato", che "non è salto" precisa Roberto.

"Lavorare in famiglia per noi è bellissimo, abbiamo una grande affinità. Io e mio fratello ci siamo rimboccati le maniche per superare il periodo difficile del lockdown iniziando a fare, ad esempio, le consegne a domicilio. Siamo una bellissima squadra e ci troviamo benissimo insieme, condividiamo tutto. Io avevo 18 anni quando sono entrato a lavorare nell'azienda di famiglia, mio fratello 28".

"Le nostre ricette non sono segrete" e infatti nel loro laboratorio in via Picasso spesso organizzano degustazioni durante le quali è possibile scoprire i procedimenti per candire la frutta e ottenere un panettone soffice. I loro prodotti sono acquistabili solo a Cerbaia, nella pasticceria Rigacci '48, diffidate dalle imitazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliori panettoni artigianali d'Italia: la pasticceria Rigacci vince con il suo Cioccorum

FirenzeToday è in caricamento