rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
social

A Firenze, in mostra e poi all'asta due opere autentiche di Banksy

Alla Libreria Antiquaria Gonnelli di Firenze dal 18 maggio sarà visitabile la mostra con le opere che poi andranno all'asta a giugno

Banksy è in città, o meglio due sue opere autentiche lo sono. Può sembrare poco, ma quello dell'arte di Banksy è un mondo molto complesso, soprattutto per quanto riguarda i suoi lavori autentici. Ad ospitarli, prima in mostra e poi in un'asta, è la nuova sede della Libreria Antiquaria Gonnelli di Firenze. La storica libreria da poco si è affacciata al mondo della grafica, perché è notorio evolvendosi si sta al passo con i tempi e da sempre l'innovazione va a braccetto con la famiglia Gonnelli che nel 1875 fondò la libreria in via Ricasoli, 6. Quella dei Gonnelli è una delle più antiche e storiche librerie antiquarie d'Italia con il pregio di appartenere alla stessa famiglia da quattro generazioni.

Questo luogo trasuda storia, qui si sono dati appuntamento Gabriele D'Annunzio, Giovanni Papini, Ferdinando Martini, Benedetto Croce, Tammaro de Marinis, Umberto Saba. Per i macchiaioli, gruppo di artisti attivi principalmente in Toscana e nati a Firenze nella seconda metà dell'800, divenne luogo d'incontro e nella Saletta Gonnelli sono state presentate mostre di pittura di artisti come Giorgio De Chirico, Primo Conti e Ottone Rosai.

Per la libreria quindi non è una novità ospitare mostre, le aste invece hanno una storia un po' più breve, ma dal 2000, dopo uno stop di circa 50 anni, Gonnelli si è riscoperta casa d'aste specializzata in libri, manoscritti, stampe antiche, disegni e da poco anche grafica.

Dalla mostra all'asta: "Dalla Street Art e dalla Luxury Art al Salotto"

Da mercoledì 18 maggio sarà visitabile, nella nuova sede in via Fra’ Giovanni Angelico, 49, la mostra in cui saranno presenti proprio le due opere autentiche di Banksy che andranno poi all'asta. La mostra vuole essere un racconto paradossale di come l'arte possa essere sia accessibile, sia inaccessibile. La steet art si scontra con la luxory art e viceversa.

L’esposizione vede la presenza di street artist di calibro mondiale, come il sopra citato Banksy, o nazionale, come Blub, ma anche di artisti mainstream come Jeff Koons, che fino al 30 gennaio era esposto a Palazzo Strozzi. Come? Attraverso le tirature non autorizzate, ovvero opere realizzate da gallerie d’arte sulla base delle corrispettive opere milionarie e iconiche di artisti di fama mondiale. Infatti i Baloon Rabbit presentati dalla Libreria Gonnelli sono alti solo 25 centimetri a fronte dei 13 metri dell'originale. Lo scopo della mostra è proprio quella di portare l'arte, sia quella di "strada" sia quella di "lusso", nei salotti così da rendere "l'inaccessibile domestico", per citare il sotto testo della mostra. Oltre ai due artisti già citati saranno presenti le opere di Indiana Robert, le foto di Lazarides Steve e altri

"Nella mosta si potrà vedere una selezione del catalogo della prossima Asta Gonnelli dedicata alla Grafica, in programma dall’8 al 10 giugno. Il collezionista principale delle opere di Bansky è fiorentino, ma tutto è stato acquistato da alcune gallerie londinesi, il collezionista di Blub invece è Toscano, non possiamo dire altro", ha spiegato la curatrice Cecilia Iervolino. 

"Le due opere più costose sono i due lavori autentici, di cui abbiamo la lettera di autenticità, di Banksy ovvero Road sign e Wrong War - aggiunge Iervolino - che partiranno da una base d'asta rispettivamente di 1.800 e 1.500 euro. Solo un altro Bansky road sign è stato venduto all'asta, anche se non era accompagnato dalla lettera di autenticità che noi abbiamo, ed è stato battuto per più di 6.000 euro. La nostra speranza è che il prezzo salga e ci sono buone possibilità". Gli altri lotti partono da una basse d'asta tra i 100 e i 500 euro.

"Facendo la comparazione con altre aste, noi ci siamo fermati all'ambito fiorentino perché non avrebbe senso fare un confronto con New York o Londra, le opere del noto street artist hanno raggiunto anche i 10mila euro, ma essendo più rare quelle con il certificato non sappiamo quale potrà essere la risposta dei fiorentini", ha concluso la curatrice. 

Come accennavamo non tutte le opere sono autentiche alcune sono tirature non autorizzate, altre sono dei rifacimenti, altri ancora sono gadget di Dismaland (un evento-performance-mostra ideato da Banksy e che ha avuto luogo sulla spiaggia abbandonata di Tropicana, nel Somerset, vicino a Bristol, dal 22 agosto al 27 settembre 2015; al progetto hanno partecipato molti artisti di fama mondiale, tra cui Damien Hirst) che vengono venduti con i corrispettivi ticket d’ingresso di chi ha partecipato alla mostra-performance, con lo scopo di garantirne la provenienza. Un altro lavoro è opera di The Real Not Banksy - ovvero un’artista, tra i 16 e i 20 anni di Bristol, riconosciuta ufficialmente da Banksy e che ha preso sotto la sua ala -, in questo caso l'incisione è accompagnata dal certificato di autenticità e dal Pest Control (l'unico organismo autorizzato ad autenticare l'arte di Bansky). Non resta che visitare la mostra e magari provare ad aggiudicarsi una delle street o luxory art da mettere in salotto.

L'elenco delle opere in mostra 

  • Banksy, Road sign, cartello stradale. 
  • Banksy, Wrong war, dipinto. 
  • [da] Banksy, Rocket, serigrafia. 
  • The Real Not Banksy, Is it possible to milk a dead rat?, serigrafia. 
  • [tiratura non autorizzata] Banksy, Helicopter, serigrafia. 
  • An unauthorized exhibition. Banksy: genius or vandal?, manifesto. 
  • Banksy, Balloon Girl, Dismaland gadget. 
  • Banksy, Rude cooper, Dismaland gadget. 
  • Banksy, The flower thrower, Dismaland gadget. 
  • Banksy, Dismal dollar with the balloon girl, Dismaland gadget. 
  • Lazarides Steve, Brandalism, offset. 
  • Cooper Martha, Listen to the sounds of people’s disco, serigrafia. 
  • Blub, Galileo, offset. 
  • Blub, Fanciulla di Petrus Christus. 
  • Editions Studio [tiratura non autorizzata da Jeff Koons], Baloon Rabbit (Magenta), multiplo. 
  • Editions Studio [tiratura non autorizzata da Jeff Koons], Baloon Rabbit (Gold), multiplo. 
  • Editions Studio [tiratura non autorizzata da Robert Indiana], Love Blue, multiplo. 
  • Indiana Robert, Fall-Love. Exclusive edition for galerie-f, multiplo. 
  • Indiana Robert, Winter-Love. Exclusive edition for galerie-f, multiplo. 
  • Indiana Robert, Spring-Love. Exclusive edition for galerie-f, multiplo. 
  • Indiana Robert, Summer-Love. Exclusive edition for galerie-f, multiplo. 
  • Indiana Robert, Liebe Love. Exclusive edition for galerie-f, multiplo. 
  • Indiana Robert, Love, manifesto. 
  • Indiana Robert, Love, manifesto. 
  • Kash Art by Kastellan, Homage to Robert Indiana, 3 dollari serigrafati. 

La legenda per comprendere quali sono le opere autentiche e quali no:

  • The Real Not Banksy: è un’artista riconosciuta ufficialmente da Banksy, le fonti più attendibili la identificano con una ragazza tra i 16 e i 20 anni di Bristol. Questa incisione è accompagnata dal certificato di autenticità e dal Pest Control.
  • I gadget di Dismaland vengono venduti con i corrispettivi ticket d’ingresso di chi ha partecipato alla mostra-performance, con lo scopo di garantirne la provenienza.
  • Le tirature non autorizzate sono delle opere tirate da gallerie d’arte sulla base delle corrispettive opere milionarie e iconiche di artisti di fama mondiale.
  • [da] Banksy o altri artisti consiste nel rifacimento di una sua opera, dando la possibilità di avere un’opera il cui corrispettivo museale ha un valore di migliaia o milioni di euro.
  • Steve Lazarides era il fotografo ufficiale di Banksy, grazie ai reportage del quale l’artista è stato conosciuto a livello mondiale.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Firenze, in mostra e poi all'asta due opere autentiche di Banksy

FirenzeToday è in caricamento