Palazzo Medici Riccardi prolunga l'orario di apertura: prenotazione obbligatoria

Il museo fiorentino riapre al pubblico con alcune novità

Sabato 13 giugno il Museo di Palazzo Medici Riccardi riapre i battenti ricominciando ad accogliere tra le mura di casa Medici i propri visitatori.

Dal 2 luglio il Museo di Palazzo Medici Riccardi amplia la sua proposta, estendendo l’apertura per cinque giorni settimanali – dal giovedì al lunedì – dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo ingresso ore 17.30). Tornano anche le nostre visite guidate che animeranno la permanenza dei visitatori nel museo rendendo il percorso di visita coinvolgente e appagante.

L’appuntamento per le visite guidate è previsto nei giorni di sabato e domenica, con sei appuntamenti giornalieri negli orari 11.00; 12.00; 13.00; 15.00; 16.00; 17.00.
Gli ingressi saranno contingentati: accesso con prenotazione obbligatoria via mail a info@palazzomediciriccardi.it
La prenotazione è obbligatoria anche per chi ha diritto a riduzioni o entrata gratuita.

La mostra Tutankhamon, viaggio verso l'eternità

La mostra Peterson – Lavine Come as you are Kurt Cobain and the Grunge Revolution

La sicurezza nel museo

Sono stati previsti protocolli specifici per consentire un accesso sicuro e una visita pienamente soddisfacente per gli utenti a partire dagli ambienti dedicati all’accoglienza di biglietteria e bookshop fino ai percorsi museali, dove indicatori di distanziamento in plexiglass e postazioni di igienizzazione consentiranno a tutti di visitare il museo in totale sicurezza e serenità. Si potrà accedere dal n. 3 di via Cavour.

Questa riapertura ha in serbo alcune novità: nel cortile di Michelozzo i visitatori verranno accolti da un mediatore culturale dell’Associazione MUS.E che racconterà, con una breve introduzione alla visita, la storia del palazzo e delle famiglie che vi abitarono. Salendo poi al primo piano sarà possibile scoprire la Cappella dei Magi attraverso un suggestivo racconto audio accompagnato da una regia di luci alla scoperta dei dettagli degli affreschi di Benozzo Gozzoli, realizzata grazie al nuovo sistema di illuminazione recentemente inaugurato.

Riapre al pubblico anche il bookshop ormai punto di riferimento per gli amanti della storia dei Medici e del Palazzo. Sarà possibile infatti sfogliare libri e acquistarli dopo essersi serviti di gel igienizzante e guanti monouso, in linea con le norme igieniche e di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Informazioni utili

Da giovedì 2 luglio il Museo di Palazzo Medici Riccardi amplia la sua proposta, estendendo l’apertura per cinque giorni settimanali – dal giovedì al lunedì – dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo ingresso ore 17.30). Tornano anche le nostre visite guidate che animeranno la permanenza dei visitatori nel museo rendendo il percorso di visita coinvolgente e appagante.
L’appuntamento per le visite guidate è previsto nei giorni di sabato e domenica, con sei appuntamenti giornalieri negli orari 11.00; 12.00; 13.00; 15.00; 16.00; 17.00.
Ingresso da via Cavour numero 3.
Prenotazione obbligatoria info@palazzomediciriccardi.it
Sito

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento