rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
social Firenzuola

Cuce una tela per anni e la regala al Mulino Bianco: la storia di Millie, 85enne di Firenzuola

Sarta, artista e scrittrice di poesie: la storia della signora Cavalieri ha spopolato sui social, donandole quella compagnia che la fa sentire meno sola

Tre anni per ricamare una lunga tela di lino con 18 mulini ad acqua. E' l'inizio della bella storia della signora Millie Cavalieri, che, grazie al suo regalo per la Mulino Bianco, è diventata una vera e propria star del suo paese: Firenzuola. Tutto è partito proprio da quella tela sulla quale Millie ha lavorato per lungo tempo: “Sono maestra di cucito da quando ho 17 anni e l'immagine della Mulino Bianco mi è sempre piaciuta. Avevo questa tela di seta molto costosa, quindi decisi di iniziare a ricamarci i famosi mulini, e devo dire che sono venuti molto bene. Quando l'ho terminata, dopo tre anni, non volevo tenerla per me, quindi ho deciso di spedirla all'azienda. Mi aspettavo solo dei ringraziamenti, invece l'azienda ha apprezzato il mio gesto e mi ha contattata per venirmi a trovare”.

Da quel momento infatti Millie è diventata protagonista sui social, grazie ad un docufilm che la nota azienda di proprietà della Barilla ha affidato a Freeda. Nel video la signora Cavalieri racconta non solo del lavoro sulla tela, ma della sua vita, delle sue passioni da artista e delle sue sofferenze, ora rese meno dolorose grazie ai piccoli gesti di amore che le persone gli rivolgono in giro per il paese e non solo: “Non mi aspettavo di certo tutta questa popolarità – racconta Millie -. Quando vado a fare la spesa le persone mi fermano, mi abbracciano e mi rivolgono parole dolci. Per me significa tanto, perché nella vita ho avuto tante sofferenza, sono sola da molti anni e avere queste attenzioni mi riempie il cuore di gioia. Per me la felicità è fatta di piccoli gesti”.

Non solo maestra di cucito. Millie è un'artista a tutto tondo: dalla sua casa a Firenzuola prende spunto per i suoi dipinti, oltre a scrivere bellissime poesie: “Sulla carta d'identità ho 85 anni ma dentro me ne sento 20. In casa ho tanti quadri fatti da me, mi hanno sempre chiamato mani d'oro. L'arte mi fa sentire viva, ciò che ho in testa cerco di crearlo con le mie mani”.

“Millie è la spontaneità fatta in persona – dichiara Andrea Lapace, responsabile marketing di Mulino Bianco -. Quando abbiamo ricevuto il suo regalo siamo rimasti tutti stupefatti, perché era una cosa di grande valore, che ha richiesto grande cura e grande attenzione da parte di una persona che non conoscevamo. Questa cosa ci ha incuriosito e quindi siamo andati a conoscerla e siamo rimasti tutti ammaliati dai racconti della sua vita e dalla vitalità di questa persona”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuce una tela per anni e la regala al Mulino Bianco: la storia di Millie, 85enne di Firenzuola

FirenzeToday è in caricamento