rotate-mobile
social

Le mostre da non perdere in Toscana

Dalì, Warhol, Koons, Saville e non solo

Da Pisa a Firenze passando per Pontedera, ecco le mostre da non perdere in Toscana nei primi mesi del 2022.

Palazzo Strozzi a Firenze

Jeff Koons è protagonista di una mostra monografica a Palazzo Strozzi dal titolo "Shine", nell'esposizione sono presenti le sue opere più scintillanti e specchiate che permettono al visitatore di diventare egli stesso un'opera. Alla Strozzina, con ingresso gratuito, c'è Alter Eva una mostra che attraverso le opere di sei artiste italiane, innesca, partendo da un punto di vista femminile, una riflessione sul futuro fondato su nuovi principi di coabitazione naturale e sociale.

Museo del Novecento/Palazzo Vecchio

Jenny Saville, una delle più grandi pittrici viventi e voce di primo piano nel panorama artistico internazionale, espone le sue opere in alcuni dei musei più importanti della città: Museo Novecento, Museo di Palazzo Vecchio, Museo dell'Opera del Duomo, Museo degli Innocenti e Museo di Casa Buonarroti. Fino al 20 febbraio 2022, sarà così possibile ammirare le opere di Saville nell'esposizione ideata e curata da Sergio Risaliti. 

Il percorso della mostra delinea la forte correlazione tra Jenny Saville e i maestri del Rinascimento italiano, in particolare con alcuni grandi capolavori di Michelangelo. Emergono alcuni dati, come la misura monumentale dei dipinti, tratto distintivo del linguaggio figurativo dell’artista fin dai primi anni della sua carriera, così come la sua ricerca incentrata sul corpo, sulla carne, e su soggetti femminili nudi, mutilati o schiacciati dal peso e dall’esistenza.

La Cattedrale dell'Immagine a Firenze

La mostra multimediale dedicata a Salvador Dalì (qui è possibile vedere un'anteprima della mostra) è visitabile alla Cattedrale dell'Immagine in piazza Santo Stefano al Ponte. "Inside Dalí" è stata sviluppata con il supporto della Gala Salvador Dalì Foundation. È una suggestiva creazione artistica e multimediale che si concentra attorno alla vita di Salvador Dalí.

Palp a Pontedera

Andrew Warhol, artista poliedrico tra i più influenti protagonisti del XX secolo, curioso narratore della società di massa e folgorante sociologo dell’America Anni ’60, è stato capace di trasformare in arte i feticci dell’immaginario collettivo americano, anticipando l’instaurarsi del potere dei mass media. Andy Warhol fotografo, regista, designer e illustratore, padre della Pop Art che ha trasformato in icone la Coca Cola, Elvis Presley, la Campbell’s Soup, Liz Taylor e Marilyn Monroe, il biglietto del dollaro e Jackie Kennedy è raccontato dalla mostra visitabile al Palp di Pontedera (Pisa). La mostra è formata da 141 opere e racconta tutto il suo percorso professionale presentandone i capolavori di ogni periodo: partendo dalla coloratissima Liz (1964), arrivando all’immancabile Marilyn (dal 1985 al 1988). E ancora, tre splendide Cow (dal 1966 al 1976), accanto ad altre super icone: Brillo Box (1970), Flowers (1970), Eletric Chair (1971), senza dimenticare le Campbell’s Soup (1968).

ICONS!, dal 10 novembre 2021 al 20 marzo 2022, è il racconto dell’incredibile vita di un uomo, personaggio e artista, che ha cambiato i connotati del mondo dell’arte ma anche della musica, del cinema e della moda, che ha stravolto radicalmente ogni definizione estetica precedente.

Informazioni

Dal martedì alla domenica e festivi
ore 10.00 – 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18:00)

È consigliata la prenotazione nei fine settimana.
L’ingresso è consentito tramite presentazione di Green pass in corso di validità o di referto con esito negativo di un tampone effettuato nelle ultime 48 ore.
L’ingresso agli animali non è consentito.

Aperture straordinarie:
8 dicembre, ore 10.00 – 19.00
24 dicembre, ore 10.00 – 13.00
25 dicembre CHIUSO
26 dicembre, ore 10.00 – 19.00
31 dicembre, ore 10.00 – 13.00
1 gennaio, ore 15.00 – 19.00
6 gennaio, ore 10.00 – 19.00

Biglietti d’ingresso:
Intero € 12,00
Ridotto € 10,00
(studenti di ogni ordine e grado muniti di tesserino)
Ridotto Bambini € 5,00
(bambini dai 6 fino ai 10 anni compiuti)
Biglietto famiglia
Biglietto ridotto € 10,00 per genitore/genitori/familiare + biglietto bambini € 5,00 (6 – 10 anni).
Riduzioni non cumulabili.
Ridotto speciale € 8,00
per residenti di Pontedera previa presentazione documento d’identità (vale solo il martedì)
Omaggio
bambini fino a 6 anni non compiuti; un accompagnatore per disabile; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti) in servizio previa richiesta di accredito da parte della Redazione all’indirizzo press@arthemisia.it.
Diritto di prevendita € 1,50 a persona

Palazzo Blu a Pisa

Dal 12 novembre al 17 aprile al Palazzo Blu di Pisa sarà visitabile la mostra dedicata a Keith Haring. L'esposizione è curata da Kaoru Yanase, Chief Curator della Nakamura Keith Haring Collection in Giappone, e si concentrerà sull’arte e la vita di Haring attraverso una ricca selezione di opere, con un focus sul suo dipinto murale pisano del 1989 “Tuttomondo”.
La Nakamura Keith Haring Collection è la collezione personale del Dr. Kazuo Nakamura, oggi esposta nel museo dedicato all’artista che si trova Giappone. Essa raccoglie opere che vanno dai primi giorni fino agli ultimi lavori di Haring, tra cui molte serie complete di stampe come Apocalypse (1988), Blueprint Drawings, (1990) e diversi altri disegni, sculture e grandi opere su tela come Untitled (1985). In questa mostra il pubblico sarà invitato a scoprire un altro lato della sua creatività, il messaggio visivo dei caotici anni ’80 il quale, trasmesso attraverso la sua arte, continua a risuonare con noi oggi, 31 anni dopo la sua morte.

Orari
Palazzo Blu sarà aperto dal lunedì al venerdì con orario 10-19
Il sabato, la domenica e i festivi con orario 10-20

Call Center
Gruppi: 02-92897793 (lun-ven 9-18)
Singoli: 02-92897755 (lun-ven 9-18)

Intero: Euro 12,00
Ridotto: Euro 10,00
Gruppi e convenzioni
Gruppi Adulti: Euro 10,00 min 10 – max 25 persone
Giovani: Euro 6,00 dai 6 ai 17 anni
Università convenzionate: Euro 5,00 solo il giovedì

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mostre da non perdere in Toscana

FirenzeToday è in caricamento