social

Pieraccioni ricorda Luana D'Orazio, la giovane morta sul posto di lavoro: "Lavorò in un mio film, abbraccio la famiglia"

Pieraccioni ha ricordato la giovane morta in un incidente sul lavoro a Che tempo che fa

Nella giovane vita di Luana D'Orazio c'è stato spazio anche per un'esperienza nel cinema, in quello di Leonardo Pieraccioni in particolare, che nel 2018 la volle come comparsa per il suo film Se son rose. Ed oggi che la 22enne di Prato non c'è più, strappata alla vita da un incidente sul lavoro, il regista decide di omaggiarla di un ricordo che arrivi come abbraccio alla sua famiglia. 

"L’ho avuta come comparsa in un mio film, Se son rose, nella scena di una festa - ricorda oggi Pieraccioni -. C’erano tanti ragazzi, me la ricordo vagamente perché erano davvero tanti. Ma il ricordo di quella scena di una festa spensierata di ventenni aggiunge ancora più dolore. Perché la vita a vent’anni dovrebbe essere e continuare così, come una festa. È una notizia terribile, vista la sua età e la modalità dell’incidente. Lascia un bambino di cinque anni, non ci sono parole. Per quanto possa servire, mando un abbraccio fortissimo alla sua famiglia". 

Luana e la sua tragica morte sul posto di lavoro

Luana è morta sul posto di lavoro, lunedì 3 maggio, in seguito a un infortunio avvenuto in un'azienda tessile a Oste di Montemurlo, in provincia di Prato. Mamma di un bambino di 5 anni, residente a Pistoia con i genitori e il fratello, lavorava nell'azienda da circa un anno. Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario, un orditoio, dopo essere stata trascinata dal rullo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pieraccioni ricorda Luana D'Orazio, la giovane morta sul posto di lavoro: "Lavorò in un mio film, abbraccio la famiglia"

FirenzeToday è in caricamento