rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
social

Dal "sisi grazie" al boom sui social: il successo di "Suffering Fiorentina" e i suoi due giovani creatori

Parla Olmo Paoletti, uno dei due gestori della pagina Instagram "Suffering Fiorentina", spopolata da qualche mese tra i tifosi viola

Se sei un tifoso della Fiorentina, non puoi non conoscerlo. Su Instagram o attraverso i famosi sticker della rana su sfondo viola, è ormai impossibile non sapere del movimento “Suffering Fiorentina”, pagina Instagram con più di 20.000 followers, che racconta con ironia le vicende della squadra gigliata attraverso meme o video divertenti. Un vero e proprio fenomeno mediatico scoppiato tra i tifosi, soprattutto quelli più giovani, grazie anche alla collaborazione di alcuni giocatori viola, primo fra tutti il capitano Cristiano Biraghi, che ha contribuito a far crescere la pagina con la famosa risposta “sisi grazie”, diventato poi un motto da stampare anche sulle magliette ufficiali. Ma chi c'è dietro a tutto questo? L'idea è nata come spesso capita all'improvviso, da parte di Lorenzo Borghese e Olmo Paoletti, due ragazzi di 23 anni e grandi tifosi della Fiorentina.

“Come parecchi progetti nati in questi ultimi anni, anche il nostro lo abbiamo partorito durante il periodo di pandemia, quando eravamo tutti chiusi in casa - racconta Olmo, creatore e amministratore della pagina - Essendo entrambi appassionati di Fiorentina e del mondo dell'intrattenimento, ci siamo buttati in questa cosa. L'intento non era quello di spopolare, ma bensì di divertirci e far divertire con l'ironia che solo un tifoso viola possiede e, allo stesso tempo, distrarci dalla noia della quarantena. Col tempo però abbiamo visto che i nostri contenuti piacevano e poi l'episodio che ci ha fatto definitivamente spopolare è stato quando è nato lo spot “sisi grazie”. Tutto nasce da un messaggio che mandammo a Biraghi, un messaggio di esaltazione dove lui ci liquidò con questa semplice risposta. Questa conversazione breve fu condivisa sulla pagina e spopolò in maniera incredibile. Ad esempio ci arrivavano conversazioni dove questa espressione veniva usata per rispondere alla fidanzata, o alunni che addirittura rispondevano così ai professori. Addirittura un giorno allo stadio trovammo dei tifosi con la maglia ufficiale e invece del nome del giocatore c'era scritto “sisi grazie”. Dopo questo fenomeno mediatico poi scrivemmo nuovamente a Biraghi, che in quel caso ci disse di andare al centro sportivo per farci regalare la sua maglia autografata, con scritto ovviamente “sisi grazie”. Da lì abbiamo instaurato un rapporto con lui, ma anche con Rosati e Venuti, che apprezzano i nostri contenuti divertenti”.

Un mondo quello dei social che spesso si intreccia con le vite personali delle persone, fino a diventare un vero e proprio impegno, e chissà anche un lavoro: “Io nella vita studio Beni Culturali e mi laureerò a breve mentre Lorenzo, l'altro creatore della pagina, lavora come operario in un calzaturificio. La pagina, soprattutto da quando è cresciuta in maniera esponenziale, ci toglie comunque del tempo tutti i giorni: facciamo una programmazione sull'uscita dei contenuti, passiamo del tempo per crearli e ci aggiorniamo su quello che succede nel mondo Fiorentina. Al momento è solo una passione, perché non ci guadagniamo nulla, ma ci autofinanziamo con piccole iniziative, come ricevere offerte libere per distribuire i nostri sticker allo stadio ad esempio. In ogni caso vogliamo provare a fare di questa nostra passione anche un piccolo lavoro, e quindi stiamo progettando di lanciare un nostro merchandising ufficiale. Speriamo in futuro di avere anche qualche opportunità lavorativa, legata magari sempre al mondo dei social e della Fiorentina”.

E alla fine non potevamo non chiedere un opinione su quella che sarà la nuova stagione della Fiorentina: “Ovviamente speriamo sia meno “suffering”. A parte gli scherzi, penso che sia stato fatto un grande mercato, e quindi siamo molto fiduciosi. Per quanto riguarda invece la nostra stagione, stiamo lavorando come già detto a questo nostro merchandising e poi stiamo già preparando l'evento per il secondo anno di vita della pagina, in quanto al primo compleanno hanno partecipato più di 400 persone, e quindi ci auguriamo di poter coinvelgere ancora più tifosi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal "sisi grazie" al boom sui social: il successo di "Suffering Fiorentina" e i suoi due giovani creatori

FirenzeToday è in caricamento