Lunedì, 17 Maggio 2021
social

Guida Michelin 2021, cinque nuove stelle in Toscana. Tutti i ristoranti premiati

La Guida Michelin 2021 ha premiato molti ristoranti toscani

Il Gambero Rosso dello Chef Rocco De Santis Gambero Rosso crudo, Panzanella all’agro, Caviale e zuppetta di Olive di Nocellara, Foto: pagina Facebook del ristorante Santa Elisabetta

Il giorno degli Oscar della cucina è arrivato, oggi 25 novembre - giornata contro la violenza sulle donne - la famosa Guida Michelin ha presentato i ristoranti a cui ha assegnato, tolto e confermato le sue prestigiose Stelle Rosse. "Ci siamo chiesti se dovessimo chiudere gli occhi e aspettare che tutto passasse. O se, invece, dovessimo tenere aperti gli occhi, continuare il nostro lavoro e presentare la guida al pubblico" ha affermato Marco Do, responsabile della comunicazione della Guida italiana, presentando l'edizione 2021. Le premiazioni sono state annunciate in diretta streaming sui canali social e sul sito della Guida.

Grande novità del 2021 sono le "stelle verdi" dedicate alla sostenibilità e a quelle realtà che della cura dell'ambiente e della collettività hanno fatto il loro marchio di fabbrica.

Ricordiamo che il Premio Michelin Donna sarà assegnato la prossima primavera, la vincitrice del premio 2020 è Marianna Vitale del ristorante SUD a Quarto.

Un grandissimo successo per la Toscana che oltre alla conferma delle Tre Stelle per l'Enoteca Pinchiorri vede salire a due stelle il ristorante Santa Elisabetta (Firenze) sotto la guida dello chef Rocco De Santis e entrare nel mondo della Guida Michelin ben cinque ristoranti: Poggio Rosso, Gabbiano 3.0, Linfa, Sala dei grappoli e Franco Mare. Anche nelle Stelle Verdi ci sono delle realtà toscane: Tenuta Le Tre Virtù e I'Ciocio.

I premi speciali 2021 della Guida Michelin

Premio Michelin Sommelier 2021

Matteo Circella, ristorante La Brinca (Ne, Gn).

Premio Michelin Servizio di Sala 2021

Christian Rainer, ristorante Peter Brunel (Arco, Tn).

Premio Michelin Giovane Chef 2021

Antonio Ziantoni, ristorante Zia (Roma).

Premio Michelin Chef mentore 2021

Niko Romito, ristorante Reale (Castel di Sangro, Aq).

Stelle Verdi 2021

Mariangela Susigan, ristorante Gardenia (Caluso, To)
Alfonso ed Ernesto Iaccarino
Massimo Bottura, Osteria Francescana (Modena)
Caterina Ceraudo, Dattilo (Strongoli, Kr)
Piergiorgio Siviero, Lazzaro 1915 (Pontelongo, Pd)
Antonello Sardi, Tenuta Le Tre Virtù (Scarperia e San Piero, Fi)
Pietro Leemann
Davide Oldani, D'O (Cornaredo, Mi)
Fabrizio Caponi, ristorante I'Ciocio (Suvereto, Li)
Igor Macchia, Casa Format (Orbassano, To)
Norbert Niederkofler
Franco Malinverno, Caffè La Crepa (Isola Dovarese, Cr)
Roberto Tonola, Lanterna Verde (Villa di Chiavenna, So)

Tre stelle 2021

Tutti gli 11 ristoranti hanno confermato le "Tre Stelle":

Piazza Duomo (Alba, Cn)
Da Vittorio (Brusaporto (Bg)
St. Hubertus (San Cassiano, Bz)
Le Calandre (Rubano, Pd)
Dal Pescatore (Canneto Sull’Oglio, Mn)
Osteria Francescana (Modena)
Enoteca Pinchiorri (Firenze)
La Pergola a Roma, Reale a Castel di Sangro (AQ)
Mauro Uliassi a Senigallia (AN)
Enrico Bartolini al MUDEC (Milano).

Ristoranti che non confermano la Stella

Bacco (Barletta)
Il Riccio (Capri)
La Corte (Follina)
Mark Lanteri al Castello (Grinzane Cavour)
Casa del nonno 13 (Mercato San Severino)
Bye Bye Blues (Palermo)
Al Feraut (Rivignano)
Enoteca al parlamento Achilli (Roma)
Osteria La Fontanina (Verona)
Al Capriolo (Vodo Cadore).

Nuove Stelle 2021

La Toscana è la regione più dinamica e con ben cinque novità: una vera e propria incetta di Stelle. Tra i premiati 14 sono under 35 e quattro under 30. Sono 26 le new entry. Solo un ristorante, Jasmine (Chiusa, Valle Isarco), retrocede da 2 a 1 stella.

Don Alfonso 1890 San Barbato, chef Donato De Leonardis (Lavello, Pz)
Relais Blu, chef Alberto Annarumma (Massa Lubrense/Termini, Na)
Re santi e leoni, chef Luigi Salomone (Nola, Na)
Lorelei, chef Ciro Sicignano (Sorrento, Na)
Osteria del povero diavolo, chef Giuseppe Gasperoni (Torriana, Rn)
Zia, chef Antonio Ziantoni (Roma)
Essenza, chef Simone Nardoni (Terracina, Lt)
Impronta d’acqua, chef Ivan Maniago (Lavagna/Cavi, Ge)
Borgo Sant’Anna, chef Pasquale Laera (Monforte d'Alba, Cn)
Aalto, chef Iyo Aalto (Milano)
Nove, chef Giorgio Servetto (Alassio, Sv)
Piano 35, chef Christian Balzo (Torino) 
Poggio Rosso, chef Juan Camilo Quintero (Castelnuovo Bererdenga, Si)
Gabbiano 3.0, chef Alessandro Rossi (Marina di Grossero, Gr)
Sala dei grappoli, chef Domenico Francone (Montalicono/Poggio alle Mura, Si)
Franco Mare, chef Alessandro Ferrarini (Marina di Pietrasanta, Lu)
Linfa, chef Vincenzo Martella (San Gimignano, Si)

Amistà, chef Mattia Bianchi (San Pietro in Cariano, Vr)
SanBrite, chef Riccardo Gaspari (Cortina d'Ampezzo, Bi)
Senso Alfio Ghezzi al Mart, chef Alfio Ghezzi (Rovereto, Tn)
Casa Sgarra, chef Felice Sgarra (Trani,Bt)
Kitchen, chef Andrea Casali (Como)
Peter Brunel Gourmet Restaurant, chef Peter Brunel (Arco, Tn)
Prezioso, chef Egon Heiss (Merano, Bz)
Vecchio Ristoro, chef Filippo Oggioni (Aosta)
La Cru, chef Giacomo Sacchetto (Romagnano, Vr).

Due stelle

I ristoranti che hanno ottenuto una nuova stella, passando così a due sono stati annunciati in diretta con in collegamento gli chef, che non hanno saputo trattenere l'emozione.

Matteo Metullio Harry's Piccolo (Trieste)

Rocco De Santis ristorante Santa Elisabetta (Firenze)

Qui sotto Rocco De Santis in diretta durante la premiazione

santa-elisabetta-3

Davide Oldani D'O (San Pietro all'Olmo, Mi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida Michelin 2021, cinque nuove stelle in Toscana. Tutti i ristoranti premiati

FirenzeToday è in caricamento