rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
social

Festa della mamma: perché si festeggia il 12 maggio? Le origini

Le curiosità legate ad una ricorrenza che si celebra in tutto il mondo

Domenica 12 maggio è il giorno designato per la festa della mamma. Ogni anno milioni di persone in tutto il mondo celebrano la figura materna. Ma perché si celebra proprio in questa data? Innanzitutto c'è da dire che maggio è il mese che la religione cattolica dedica alla Madonna, madre di tutte le madri, ma anche il mese della primavera e dell'esplosione dei fiori da regalare alle mamme. 

Le origini partono addirittura dall'epoca greco-romana. Allora si festeggiavano le mamme durante le feste legate alle divinità femminili nelle quali si celebrava la fertilità. Una storia che si conclude, almeno in Italia, nel Dopoguerra, quando finalmente perse il carattere propagandistico assunto del regime fascista che considerava importanti soltanto le donne prolifiche, meglio se di figli maschi. 

La festa della mamma così come la conosciamo oggi, fu introdotta tra l’800 e il ’900 in due differenti momenti. Tra gli anni ‘60 e ‘70 dell’800 una pacifista americana, Ann Reeves Jarvis, cercò di promuovere diverse "feste della mamma", sotto forma di picnic o comunque di incontri conviviali, il cui fine era quello di avvicinare tra loro le madri di Nordisti e Sudisti, dopo la guerra civile. Nel 1870 ci fu un’altra importante iniziativa tesa a celebrare il ruolo delle mamme: la poetessa statunitense Julia Ward Howe scrisse la “Mother’s Day Proclamation”, un’ode nella quale invitava le donne a prendere le redini, o comunque ad avere un ruolo più significativo, nel processo di pacificazione tra gli Stati americani devastati dalla guerra civile.

Nei primi anni del ‘900, poi, Anna Jarvis, figlia di Ann Reeves Jarvis, sulla scia di quanto fatto dalla madre anni prima, organizza diversi eventi dedicati alle mamme, ottenendo un seguito tale da attirare l’attenzione del governo, e nel 1914 il presidente USA Woodrow Wilson ufficializza la festa della famma, stabilendo che venisse celebrata la seconda domenica di maggio, periodo dell’anno in cui era morta Ann Jarvis.

La festa della mamma arriva in Italia soltanto nel 1933, durante il fascismo, quando il 24 dicembre viene celebrata la "Giornata della madre e del fanciullo". Da quel momento, ogni vigilia di Natale, le mamme vengono festeggiate per motivi propagandistici: erano l'espressione della politica natalista del regime fascista e in tale occasione venivano premiate quelle più prolifiche.

Soltanto nel dopoguerra, anche in Italia, la festa della mamma ha assunto un carattere meno propagandistico. E nella seconda metà degli Anni '50 del '900 iniziarono a diffondersi due feste della mamma: una organizzata dal parroco di una frazione di Assisi per motivi religiosi, per celebrare la maternità nel suo valore cristiano; l'altra in Liguria, per motivi commerciali, promossa dai fiorai. Entrambe erano festeggiate a maggio, mese dedicato alla Madonna per i primi, e periodo ricco di fiori per i secondi. Dal 1959 la festa prese piede e si è celebrata per vari anni l'8 maggio, per poi passare alla seconda domenica di maggio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della mamma: perché si festeggia il 12 maggio? Le origini

FirenzeToday è in caricamento