social

Estate Fiorentina 2021: sarà l'estate dei luoghi aperti e degli eventi

Firenze pensa al futuro con la sua Estate Fiorentina. Sarà un'estate ridimensionata e all'aperto

Firenze avrà la sua estate. Non più sei mesi ma tre, da giugno a settembre, ma sarà la possibilità per gli operatori del settore, le associazioni culturali e i privati che investono in spettacolo di fare arte. L'assessore alla cultura Tommaso Sacchi è fiducioso: "Spero in una rinascita, gli eventi dovranno prevedere presenze limitate e l'essere organizzate all'aperto ci atterremo ad ogni disposizione governativa e se sarà necessario stopperemo quegli eventi che non potranno essere realizzati, gli uffici tecnici amministrativi saranno ancora di più a disposizione dei soggetti coinvolti. Ci atteremo alle regole". Un'estate ridimensionata, ma che punta alla qualità. Il bando dell'Estate Fiorentina 2021 sarà pubblicato lunedì 29 marzo e chiuderà il 27 aprile: per la prima volta ai contributi per le attività dell'Estate 2021 verranno uniti i contributi triennali 2021-2023 e i soggetti interessati potranno presentare domanda per entrambi i bandi ma solo con due progetti diversi.

Gli eventi e le manifestazioni potranno essere realizzati, qualora l’emergenza sanitaria non consentisse lo svolgimento degli stessi in presenza di pubblico, anche su piattaforme digitali. Tutte le attività dovranno essere realizzate nel pieno rispetto dei protocolli e delle misure di contenimento della diffusione del contagio dal Virus Covid-19 previsti dai DPCM, dalle disposizioni normative e ordinanze della Regione Toscana adottati e che saranno adottati, pena le conseguenti responsabilità civili, amministrative e penali in capo agli organizzatori.

Il bando per l'Estate Fiorentina 2021

Il bando è composto da due sezioni: una per i soggetti culturali operanti a Firenze per il sostegno alle attività istituzionali del triennio 2021-2022-2023 (i cosiddetti contributi triennali); e l’altra sezione per tutti i soggetti culturali, anche non fiorentini, per l’Estate 2021. I soggetti operanti nella città di Firenze, qualora interessati, potranno candidarsi - con progetti distinti - a entrambe le sezioni.

Per quanto riguarda i contributi triennali saranno criteri premianti l’identità culturale cittadina; la qualità culturale/artistica dell’attività proposta; la capacità di coinvolgere pubblico nelle iniziative e nelle attività culturali; la sostenibilità finanziaria e capacità di cofinanziare la propria attività con altre risorse economiche; le linee programmatiche per le annualità 2022 e 2023.

Per quanto riguarda l’Estate avranno più punteggio i progetti che privilegiano la capacità di rivitalizzare i quartieri periferici della città, di animare gli spazi culturali cittadini o le biblioteche anche decentrate; e le attività legate alle celebrazioni dantesche 2021, in occasione del settimo centenario dalla morte del Sommo Poeta.

I progetti che saranno approvati beneficeranno di alcune agevolazioni, come: concessione gratuita o ridotta del suolo pubblico, concessione gratuita di immobili di proprietà comunale e degli spazi delle biblioteche comunali, l’esenzione del canone di noleggio di beni strumentali, l’abbattimento del 50% dei diritti d’affissione, l’esenzione dal pagamento degli importi previsti per le prestazioni rese dal personale del Corpo di Polizia Municipale, il permesso gratuito per l’accesso nella ZTL, la diffusione dell’informazione degli eventi tramite affissione di manifesti, la creazione di un sito web e l’attivazione di social network dedicati all’Estate Fiorentina.

Estate Fiorentina 2021: cosa cambia

Al momento sono confermati i 15 festival selezionati per il triennio '20-'21-'22 (concessione che è stata estesa fino al 2023 vista l'impossibilità della realizzazione lo scorso anno) tra cui compaiono Florence Jazz Festival, Secret Florence, Apriti Cinema a Cirk Fantastik, Musart, Florence Dance Festival, Citta dei Lettori, Fabbrica Europa, Italian Brass Week, Firenze dall'alto e molto altro. Ancora non ci sono le date, l'assessorato sta valutando se indire una nuova conferenza stampa per parlare dei festival, in caso contrario le comunicazioni spetteranno direttamente ai singoli organizzatori. "Per questi 15 festival sono già stati confermati i 500mila euro che erano stati previsti lo scorso anno per la loro realizzazione triennale, e non sono previste variazioni di spesa rispetto agli scorsi anni, l’importo finale complessivo verrà calibrato in base ai progetti vincitori del bando e agli sponsor che decideranno di sostenere l'Estate. Toscana Energia negli scorsi giorni ha confermato il suo supporto con il contributo di 100mila euro. Dal Comune l'impegno finanziario è rimasto invariato si tratta di 830mila euro, il bilancio previsionale è stato rispettato, ai quali si sommeranno gli sponsor" ha spiegato durante la conferenza stampa l'assessore Sacchi.

"Davanti ad un annullamento quasi totale degli introiti della tassa di soggiorno, davanti alla sospensione del pagamento dei tributi per andare incontro a chi ha bisogno di aiuto, noi siamo riusciti a confermare un contributo importante per la cultura della città. Accanto a questa attività, però, continuiamo il dialogo con il Governo e il ministro Franceschini e il Ministero della cultura, con i quali abbiamo un tavolo aperto".

Sarà un'Estate diversa dove le "iniziative diffuse anche in periferia saranno privilegiate, questa indicazione è ben disciplinata anche nell'avviso pubblico, a Firenze ci sono molti parchi, giardini che spero siano sfruttati in totale sicurezza, il tema di quest'anno sarà diluire il più possibile e lavorare su capienze limitate, il bando è aperto e rende possibili molte cose. L'Estate Fiorentina deve rappresentare un antidoto" ha concluso Sacchi.

Uno dei progetti speciali del 2020 doveva essere la Cavea del Maggio Musicale Fiorentino, a causa della pandemia non è stato possibile portare avanti il progetto, ma per quest'anno il Comune ha deciso di dare la concessione al Maggio Musicale, ciò non toglie che se alcuni operatori privati fossero interessati allo spazio potranno proporsi, nella valutazione sarà coinvolto anche il Maggio.

Estate Fiorentina 2021 e sicurezza

Sulla questione sicurezza non c'è molto da sottolineare, tutto si baserà e sarà subordinato alle "regole governative", nel caso in cui ci fossero restrizioni e divieti la conseguenza sarà quella della sospensione degli eventi vietati, gli uffici tecnici amministrativi saranno sempre a disposizione degli organizzatori vincitori del bando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate Fiorentina 2021: sarà l'estate dei luoghi aperti e degli eventi

FirenzeToday è in caricamento