rotate-mobile
social

Sanremo 2022: chi è Drusilla Foer l'alter ego dell'attore fiorentino Gianluca Gori

Per la prima volta sul palco dell'Ariston una conduttrice "travesti"

Drusilla Foer sarà una delle cinque coconduttrici di Sanremo 2022, in programma dal 1 al 5 febbraio su Rai1. Drusilla Foer è l'alter ego dell'attore fiorentino Gianluca Gori che ormai interpreta il ruolo della ricca e elegante Drusilla, protagonista di spettacoli teatrali divertentissimi, come Eleganzissima, ma presente anche nel film di Ferzan Ozpetek Magnifica presenza e in tv come giudice di StraFactor, su Sky, e ospite dei salotti di Maurizio Costanzo e Piero Chiambretti.

L'attrice, cantante e ormai anche star del web, affiancherà Amadeus nella terza serata del Festival, facendosi conoscere meglio dal grande pubblico televisivo. Sarà la prima volta che sul palco dell'Arston condurrà una conduttrice "en travesti".

Età, lavoro e carriera di Drusilla Foer

Drusilla Foer, lo ricordiamo, è un personaggio inventato da Gianluca Gori, attore 55enne di Firenze che anni fa ha dato un nome al suo alter ego. Drusilla, appunto, come il battello su cui ha vissuto una sfrenata notte di passione, in America, che ancora ricorda. Attrice teatrale e cinematografica, cantante, ma anche star del web, dove ha mosso i primi passi. È in rete che Gori lancia Drusilla Foer attraverso video di eleganti e allo stesso tempo travolgenti performance, poi la nobildonna toscana, icona di stile, arriva in tv. L'esordio sul piccolo schermo risale al 2012 nel programma di Serena Dandini The show must go off, su La7, e nello stesso anno ottiene un ruolo nel film di Ferzan Ozpetek Magnifica presenza. Cinque anni dopo è giudice di StraFactor - spin-off di X Factor - e sempre in tv gravita in diversi salotti, dal Maurizio Costanzo Show al talk di Piero Chiambretti CR4 – La Repubblica delle Donne, su Rete 4. Dal 2018 porta avanti la sua tournée teatrale in Italia con lo spettacolo Eleganzissima. Sanremo era un sogno e la sua è la prima conduzione en travesti della storia del Festival.

Matrimonio e vita privata

Drusilla Foer non è solo un travestimento, ha una vita propria e infatti è difficile distinguere Gori da Foer, non per gli abiti ma perché i due ormai sono diventati, agli occhi del pubblico, una persona sola. E il loro successo è merito proprio del personaggio di Drusilla che convince in ogni sua parte. La nobildonna è stata sposata con un uomo texano - definito più volte da lei "orrendo" - che poi ha tradito. In seguito si è sposata con il belga Hervé Foer, discendente della prestigiosa famiglia Dufur, morto anni fa. Vedova e adesso single è accompagnata solo dalla sua domestica.

Cosa sinigifica "travesti"

Si definisce travesti, o anche en travesti secondo una corruzione del francese "rôle travesti", un personaggio che in un'opera teatrale, lirica o comunque di spettacolo viene interpretato da un attore, o cantate, di sesso opposto travestito.

La polemica del senatore Pillon

Il giorno dopo l'annuncio delle coconduttrici, fatto da Amadeus in diretta al Tg1, il senatore Simone Pillon ha pubblicato un post al vetriolo sulla partecipazione di Drusilla Foer, che affiancherà il conduttore sul palco dell'Ariston durante la terza serata della kermesse.

La prima conduzione en travesti a Sanremo infiamma gli animi del leghista pro life, che su Facebook tuona: "Com'era ampiamente prevedibile, al Festival di Sanremo sempre più Lgbt è stata assegnata la quota gnder-inclusive già nella fase di scelta dei conduttori. Una domanda: ma sempre in rispetto delle quote, non si potrebbe avere tra i co-presentatori un normale papà (uno eh, non due), e magari di ispirazione conservatrice? - chiede provocatoriamente - Sarebbe un bel segnale, se non altro a tutela delle specie a rischio estinzione televisiva".

Un commento durissimo - a cui Amadeus non ha risposto - che ha provocato l'indignazione di molti utenti sui social. Tante le critiche nei confronti di Pillon, che non è nuovo a questo genere di polemiche e non si sottrae alla discussione. "Amadeus è il presentatore principale, è sposato con una donna e ha due figli" fa notare qualcuno, e il senatore leghista replica: "Lo so, ma non mi risulta particolarmente conservatore". E' un altro a chiarire meglio le parole di Pillon: "Non è un papà conservatore. Amadeus ha avuto due mogli e un figlio non da sposato. Per Pillon è fuori categoria". Tra i commenti anche quello di Tommaso Zorzi: "Ma io perché mi devo svegliare e leggere la tua diarrea verbale?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo 2022: chi è Drusilla Foer l'alter ego dell'attore fiorentino Gianluca Gori

FirenzeToday è in caricamento