rotate-mobile
La misteriosa censura

Dopo tre settimane torna visibile la pagina Facebook dell’Accademia della Crusca

“Abbiamo coperto il tuo post perché potrebbe contenere immagini forti”. Ma nel pomeriggio è arrivata la novità

Dopo tre settimane di censura, nel pomeriggio di oggi la pagina Facebook della Crusca è tornata nuovamente visbile.  Il caso era riesploso nella giornata odierna anche perché il social newtork non aveva mai fornito risposta sulle ragioni del blackout. 

Purtroppo, da qualche giorno, il profilo Facebook dell’Accademia della Crusca è stato oscurato. Non conosciamo i motivi di questo provvedimento, che ci provoca non poca preoccupazione e molto dispiacere per non poter raggiungere, come di consueto, i nostri lettori su quel canale”. si leggeva sul sito della Crusca. Il blocco risale al 21 dicembre, data in cui era apparso l’ultimo post in cui veniva annunciato il ritorno di una rubrica natalizia. Che però gli utenti non hanno ancora potuto apprezzare. Da allora, infatti, era calato il silenzio social. Almeno su Facebook.  “Attualmente il profilo è in attesa di un controllo da parte dell'azienda: non sappiamo quanto tempo impiegherà questa operazione, ma speriamo che quello che riteniamo essere un disguido si risolva quanto prima. Nell’attesa di tornare visibili vi invitiamo a continuare a seguirci sui nostri profili ufficiali di Instagram e X”. 

Agli amministratori della pagina Facebook, secondo quanto riferisce l'Adnkronos, compariva la dicitura: “Abbiamo coperto il tuo post perché potrebbe contenere immagini forti”. Ma, secondo quanto riportato, all’Accademia non si spiegano come possa essersi trattato di una violazione delle linee guida della piattaforma. La pagina Facebook, spiegano, viene controllata rigorosamente e non si è mai prestata a nessun contenuto offensivo.

Oggi finalmente lo sblocco. E proprio su Facebook la Crusca commenta soddisfatta: “Dopo 21 giorni di attesa la nostra pagina è stata finalmente riattivata. Ringraziamo tutti i giornalisti e in generale tutti coloro che si sono interessati al nostro problema”.

Nel corso della giornata un referente di Meta, ha raccontato il professore Marco Biffil, accademico e responsabile web dell’Accademia, un referente di Meta ha telefonato alla sede dell'Accademia e dopo uno scambio di mail “’Azienda ha ammesso che la pagina è stata chiusa per errore e che ’Accademia della Crusca non ha alcuna responsabilità nella vicenda”.

Galleria dell’Accademia nel mirino degli hacker: aperto un nuovo profilo Facebook

Continua a leggere su FirenzeToday

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo tre settimane torna visibile la pagina Facebook dell’Accademia della Crusca

FirenzeToday è in caricamento