rotate-mobile

Opinioni

Giorgia Gobo

Giornalista FirenzeToday

Grazie Gianna, è stato bellissimo

Più di un semplice concerto, una vera e propria festa. Come Gianna aveva annunciato

Grazie Gianna. Grazie per esserti commossa e per esserti emozionata con noi. Allo stadio Artemio Franchi di Firenze è andato in scena uno spettacolo magnetico, un concerto che ha portato l'anima a vibrare. L'emozione della rocker era ben evidente soprattutto sul suo volto, costantemente bagnato dalle lacrime, ma Gianna non si è mai fermata anzi ha dato sempre di più. Le sue lacrime erano le nostre, la sua voce era la nostra e insieme abbiamo cantato i suoi grandi successi, ma anche gli omaggi musicali uno su tutti Volare rivisitata in chiave rock funk. 

Uno ad uno si sono dati il cambio sul palco i suoi ospiti, il primo Coez con il quale ha cantato "Motivo", poi Loredana Bertè  a cui Gianna Nannini ha reso omaggio cantando "Dedicato" e ancora Ariete con "Vieni Ragazzo", "Complici" con Enrico Nigiotti, sul finale di "America" Speranza ha messo le sue barre. Poi "Benedetto l'inferno" con Rosa Chemical, "Latin Lover" con Elodie ed ecco che sulle note di "Scandalo" sono arrivati loro, i ragazzacci Piero Pelù e Ghigo Renzulli. La dedica d'amore a Firenze l'ha tenuta stretta a sé fino al momento di Carmen Consoli con la quale ha cantato "Firenze Sogna". Tra i vari duetti non sono mancati i pezzi in solitaria, anzi! La scaletta prevedeva ben 27 canzoni e così Gianna ha potuto celebrare al meglio i suoi 40 anni di carriera. "I maschi", "Avventuriera", "Notti senza cuore", "Amandoti", con "Io" la festa ha iniziato a scaldarsi e tutti hanno iniziato a ballare. E ancora "Sei nell'anima", "Ogni tanto", "Bello impossibile", "Meravigliosa creatura".

Impossibile non citare i musicisti che compongono la sua band. Maestri che hanno collaborato con alcuni dei più grandi nomi della musica internazionale: Steve Barney, alla batteria, ha suonato con Annie Lennox, Anastacia, Jeff Beck; Davide Tagliapietra, alle chitarre, è anche il suo direttore artistico ed è il frontman del gruppo Le Ombre, oltre ad aver collaborato con Tiziano Ferro, Biagio Antonacci, Mietta, Elisa; Christian Rigano, tra i più noti tastieristi, compositori, produttori italiani, ha lavorato con Jovanotti, Elisa, Tiziano Ferro. Mike "Milton" McDonald, chitarre, ha suonato con Mick Jagger, Tina Turner, Take That; Francis Hylton è il bassista degli Incognito dal 2005 ed ha lavorato con Chaka Khan, Cee Lo Green, Mario Biondi. Infine Isabella Casucci che è stata la corista di Giorgia, Fiorella Mannoia, Anna Oxa, Ornella Vanoni e Biagio Antonacci.

Gianna Nannini allo stadio Franchi ©Gobo

14mila i fan seduti sugli spalti e in piedi nel prato (ma diciamolo Gianna si sarebbe meritata lo stadio pieno), 14mila fortunati che hanno condiviso con Nannini il suo sogno, che si è consumato troppo velocemente nelle due ore e mezzo di spettacolo. Una carica esplosiva che portava la sua voce ad essere sempre più potente, un grido di liberazione dopo due anni di rimandi e di incertezze. Ma Gianna adesso è tornata ed è più forte che mai. Un animale da palcoscenico che ha ritrovato il suo habitat e nessuno potrà portarglielo via, neanche il cameraman che stava cercando di riprenderla per poi montare il video del live. Per lui nessuna pietà, Gianna lo allontana con un gesto della mano e allora sì che il pubblico la osanna. La leonessa addenta il ritmo, trasforma il microfono in un fallo, mima i gesti della ricerca dell'America, ma soprattutto si gode gli applausi, i cori, i coriandoli scoppiati sotto il palco dal fanclub.

Il finale è stato a sorpresa e Gianna ha voluto ringraziare Friends & Partners e Massimo Gramigni (uno dei soci fondatori, con Claudio Bertini, della Prg che dal 1985 organizza concerti e spettacoli in tutta la Toscana) che hanno esaudito il suo sogno: fare un concerto dentro lo stadio della Fiorentina. Con la maglia viola, con dietro stampato il numero 1 e il cognome, Gianna ha salutato il suo pubblico cantando "Notti magiche". Mai scelta fu più azzeccata, perché quella al Franchi è stata davvero una notte magica. Grazie Gianna, è stato bellissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Grazie Gianna, è stato bellissimo

FirenzeToday è in caricamento