menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chianti on the road, i sentieri nelle terre del Rinascimento / VIDEO

Dal percorso del Principe ai boschi di Montepaldi e all’itinerario fluviale lungo la Pesa

Dalle terre del Rinascimento, dove camminare significa respirare aria di cultura, tra i luoghi che hanno ispirato la stesura de Il Principe, capolavoro di Niccolò Machiavelli, alla bellezza dei boschi di Montepaldi e alle aree di campagna di straordinario pregio naturalistico che riflettono le qualità del paesaggio fluviale, lungo le acque della Pesa. Tra terra, aria e acqua si sviluppano i percorsi nel cuore del Chianti, frutto del nuovo progetto di segnatura e manutenzione della nuova rete sentieristica locale di San Casciano promosso dal Comune, al centro di un accordo siglato con Il Club Alpino Italiano, sezione di Firenze.

“Con i nuovi percorsi escursionistici di San Casciano - spiega il sindaco Roberto Ciappi - intendiamo esplorare nuove angolazioni del territorio e valorizzare strade, luoghi e paesaggi tra i più belli del mondo come il percorso del Principe che da San Casciano conduce ad uno dei luoghi di maggiore interesse storico-architettonico su scala internazionale, l’antico borgo di Sant’Andrea in Percussina, dove ha vissuto in esilio Niccolò Machiavelli”.

Altro percorso è quello di Montepaldi che giunge nelle terre del Rinascimento e attraversa uno dei borghi più affascinanti della Toscana. Tra i boschi di Montepaldi spicca una ragnaia di particolare bellezza, elemento tipico dei giardini storici italiani. Nella rete anche l’itinerario ciclopedonale della Pesa che da Montelupo giunge a Sambuca, passando per Cerbaia e Fabbrica e la variante 2 della via Romea del Chianti, il percorso del fieno e quello di Terzona.

“Altre due vie da esplorare – spiega Giuseppe Ciabatti, presidente del Club Alpino Italiano sezione di Firenze - interessano la via Romea del Chianti, il primo passando per San Casciano, Calzaiolo e Montefiridolfi, il secondo nel tratto di collegamento tra la variante 1 e la variante 2 della via Romea del Chianti”. La rete sentieristica si estende complessivamente su un’area di 90Km e lambisce alcune delle zone di maggior pregio come Sant'Andrea in Percussina, San Pancrazio, Spedaletto, Santa Cristina in Salivolpe, solo per citarne alcune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ristoratori e TNI bloccano di nuovo l'autostrada A1: traffico bloccato

  • Cronaca

    Coronavirus: superata quota 1 milione di vaccini in Toscana 

  • Cronaca

    Aosta: trovata morta in casa, viveva in Toscana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento