social

Estate 2021: gli aperitivi a Villa Bardini di Chiosco ai Renai. Il successo di tre giovani imprenditori

Nico, Melina e Carlos: tre imprenditori cosmopoliti che hanno puntato sulla campagna toscana e che, da Castelfiorentino, hanno conquistato Firenze con i loro APEritivi

Una roulotte gialla trasformata in un piccolo bar, un'Ape Piaggio che è diventata un bancone da cocktail per gli aperitivi e ancora un caravan che trasportava cavalli e che adesso contiene bottiglie. Così si presenta Chiosco ai Renai, l'agri-ristorante immerso nella campagna toscana a Castelfiorentino. In pochi anni è diventata la meta preferita di chi vuole stare all'aria aperta sorseggiando cocktail particolari e mangiando piatti della tradizione con qualche rivisitazione. Questo successo li ha portati la scorsa estate, nonostante la pandemia, a girare tra due castelli toscani, il Castello di Oliveto e quello di Sonnino a Montespertoli, con il loro APEritivo (l'aperitivo fatto sull'Ape). Quest'estate hanno deciso di puntare su un luogo meno rurale, ma non per questo meno affascinante, e così è nata la collaborazione con la 'Loggetta di Villa Bardini'.

Il Chiosco, dopo alcuni incontri per mettere a punto il progetto con il locale all'interno di Villa Bardini, è riuscito a concludere l'accordo per portare il suo APEritivo nella bellissima location con vista su Firenze. Dal 4 giugno ogni fine settimana, dal giovedì alla domenica, con orario 19:00 - 23:00, sarà possibile accedere al giardino, senza pagare il biglietto d'ingresso, per bere signature cocktails e mangiare tapas in perfetto stile Chiosco. "L'ingresso sarà libero ma è consigliata la prenotazione, i posti disponibili sono circa 80 - spiega Melina Pente, una dei soci insieme al fratello e al fidanzato, di Chiosco ai Renai -. L'ingresso sarà da Costa San Giorgio 2/4 e il nostro Ape sarà posizionato sulla Terrazza delle Rose. Si potranno bere drink, vino e mangiare delle tapas, questa contaminazione spagnola è nata dalla mia esperienza lavorativa in Spagna dove ho conosciuto il mio compagno e padre della mia bambina, nata da poco, Carlos."

6158657e-ef0c-4220-9c8e-fd70707ce19e"Tutti i nostri prodotti sono a km0 ed essendo noi un'azienda agricola produciamo il nostro olio e stiamo lavorando all'orto e al vino - ha aggiunto Melina -. Siamo aperti da pochi anni, ma abbiamo avuto fin da subito un ottimo riscontro. Ogni anno cerchiamo delle soluzioni alternative e così dopo che mio fratello decise di comprare una roulotte per trasformarla in un bar non ci siamo più fermati. Quest'anno la novità è una vela presa da una barca che crea l'ombra tra gli olivi".

Chiosco ai Renai: un successo imprenditoriale under 30

La loro è una storia imprenditoriale molto interessante, i fratelli Pente, Melina 31 anni e Nico 28, sono nati e cresciuti a Castelfiorentino. Entrambi si sono allontanati dalla campagna per scoprire il mondo. Melina prima si trasferisce a Milano dove frequenta l'università e poi a Barcellona dove lavora per tre anni nel settore della pubblicità e dove incontra Carlos Aguiar, il suo amore. Per Nico invece un'esperienza in Olanda nel settore della ristorazione. Fin qui una storia alla quale siamo quasi abituati, se non fosse per la pazzia, che poi non si è rivelata tale, di Nico: il giovane imprenditore decide di tornare a casa e di aprire un'attività nel paese dov'è nato. Così posiziona una roulotte gialla tra le colline toscane e pianta il seme di Chiosco ai Renai. Questa realtà giovane, colorata e anche cosmopolita (ci lavorano ragazzi under 30 e alcuni stagionali che arrivano da fuori italia) è un successo anche grazie alla visione che i tre soci condividono.

"Io e mio fratello siamo sempre stati molto uniti, quando ha deciso di aprire il locale io da Barcellona lo aiutavo con gli ordini - ha ricordato Melina -. Ogni tanto tornavo a casa e quando dovevo tornare a lavoro me ne andavo con il magone, allora ho proposto a Carlos di prenderci un anno sabbatico, abbiamo girato il centro america con un van e poi abbiamo deciso di venire a Castelfiorentino per fare la stagione estiva nel 2019. Dopo due mesi qui avevamo capito che non volevamo più tornare indietro e che io volevo dedicare la mia vita a questo progetto". Per Carlos il trasferimento in un paese campagnolo e italiano è stato un po' più scioccante, essendo nato a Madrid, così lui e Melina hanno deciso di lasciare il lavoro, entrare in società con Nico e tornare a Barcellona solo in inverno per lavorare come freelance.

Il loro Chiosco è cresciuto sempre di più, poi è arrivata la pandemia e hanno deciso che fosse necessario ampliarsi e portare la loro filosofia fuori. Inizia l'esperienza con l'APEritivo al Castello di Oliveto e al Castello Sonnino a Montespertoli ed è subito un successo tanto che sarà replicato anche quest'anno. Per il 2021 Nico, Melina e Carlos speravano di potersi avvicinare a Firenze e far conoscere anche in città il loro "bar campagnolo" e così, un po' per caso, un po' per audacia, è nata la collaborazione con la Loggetta che questa estate li porterà da giugno a settembre a Villa Bardini con i loro APEritivi. Nelle prossime settimane potrebbero essere annunciate altre novità.

chiosco-renai

APEritivi a Villa Bardini: tutte le informazioni

Gli aperitivi animeranno dopo la chiusura il giardino di Villa Bardini dal giovedì alla domenica a partire dal 4 giugno (e fino al 26 settembre). Non sarà permesso visitare il giardino ovviamente, ma solo recarsi sulla Terrazza delle Rose, dove si godrà di una vista meravigliosa su Firenze.

Orario: dalle 19:00 alle 23:00 dal giovedì alla domenica.
Costi: tra i 10,00 euro e i 15,00 euro per drink/vino e piccolo aperitivo a base di tapas.
Ingresso: Costa San Giorgio 2/4, nessun costo di accesso. E' consigliata la prenotazione al numero 3515987014 (WhatsApp) oppure attraverso i social (@renai_in_movimento e @chioscoairenai).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate 2021: gli aperitivi a Villa Bardini di Chiosco ai Renai. Il successo di tre giovani imprenditori

FirenzeToday è in caricamento