A Firenze arriva lo yoga per le persone con Sla

Olistic Network Yoga e AISLA Firenze hanno deciso di proporre ai familiari delle persone affette da SLA, alle persone con SLA e a tutti coloro che desiderano partecipare, una serie di incontri di yoga che prevedono una parte di pratica fisica adatta anche a principianti e una parte di pranayama e tecniche del controllo del respiro aperte anche alle persone con SLA

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Gli incontri si svolgeranno, l’11, il 18 e il 25 luglio dalle ore 19.30 alle ore 21 all’Horto Sensoriale dentro l’Area Pettini, Via Faentina 147, uno spazio molto bello dove si potrà praticare yoga sul prato, riparati dagli alberi. Le lezioni sono gratuite per i familiari delle persone con SLA e le persone con SLA. Si richiede un’offerta libera a tutti gli altri partecipanti. Per informazioni e prenotazioni inviare un sms o whatsapp al nr 339/8204423 - info@olisticnetwork.com oppure 3481880933 - gli associati di AISLA Firenze possono scrivere a info@aislafirenze.it AISLA Firenze offrirà l' accompagnamento in taxi (anche con il trasporto delle carrozzine) a chi volesse partecipare ma non può farlo con mezzi propri.

Gli incontri 11 luglio Il respiro Ujjayi (una delle tecniche di respiro per calmare la mente) Gli allungamenti nello yoga: perché sono così difficili da raggiungere, quali sono gli allungamenti principali in piedi e seduti, come migliorare il proprio allungamento anche con il supporto di cinghie. Quale è il significato emotivo e psicosomatico che si cela dietro gli allungamenti.

18 luglio Sithali/sitkali, il respiro che rinfresca Le torsioni: le torsioni più semplici, quali benefici ci sono per la colonna vertebrale, come farli senza rischiare infortuni o dolori, quale è la loro importanza per il benessere del corpo e quali sono i significati emotivi e psicosomatici che si celano dietro le torsioni.

25 luglio Kapalabhati - il respiro del fuoco per mantenere in buono stato il diaframma e la colonna vertebrale Aperture delle anche: le posizioni base nello yoga che servono per mantenere un buono stato di mobilità del nostro bacino, quanto è difficile portarsi in posizioni apparentemente semplici come la posizione del loto o del mezzo loto, come approcciarsi alle posizioni di apertura delle anche senza rischiare dolori alle articolazioni delle anche e del ginocchio. Quali “segreti” emotivi si celano dietro problemi legati alle aperture delle anche.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento