Via Reginaldo Giuliani: casi di scabbia nella scuola Don Minzoni

Genitori preoccupati

Da metà novembre ad ora sono stati registrati ben cinque casi di scabbia nella scuola Don Minzoni di Via Reginaldo Giuliani a Rifredi. E' quanto riportato dal quotidiano la Nazione.

E' una malattia fortemente contagiosa dovuta alla presenza di un acaro che scava delle gallerie nell'epidermide provocando delle lesioni cutanee. E' più frequente quando le condizioni igieniche sono scarse. 

Come racconta il quotidiano, i genitori sono in allarme e molti hanno deciso di non mandare i figli a scuola.

E' stata inviata una lettera da parte dell’Ufficio di igiene e sanità pubblica, nella quale si ricorda che "la trasmissione di questa malattia in ambito scolastico è rara". L'Asl raccomanda comunque di "segnalare al proprio medico la presenza di lesioni della pelle o prurito, in particolare alle mani e ai polsi". La scabbia, ricordano dall’Azienda sanitaria, si trasmette per contatto diretto con la pelle della persona malata o più raramente tramite i suoi indumenti e la sua biancheria. La scuola ha avviato tutte le procedure di disinfestazione. 

Il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia), chiede "protocolli di sanificazione ambientale da parte della Asl e misure di prevenzione anche presso i domicili degli studenti esposti, onde evitare il diffondersi dell'infestazione dell'acaro della scabbia".  Il senatore Achille Totaro (FdI), membro della commissione Igiene e Sanità, presenterà un’interrogazione al ministro della Sanità Giulia Grillo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

Torna su
FirenzeToday è in caricamento