rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Salute

Più della metà degli adolescenti toscani vittima di stress. Via allo psicologo di base gratuito

Approvata la sperimentazione del servizio per tutte le fasce di età. Tanti casi di bullismo e depressione

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

“La Toscana avrà il servizio dello psicologo di base: riconosciuto il diritto ad avere un'assistenza primaria psicologica gratuita”. Sono parole piene di soddisfazione quelle di Maria Antonietta Gulino, presidente dell'Ordine degli Psicologi della Toscana, riguardo al via libera alla sperimentazione del servizio dello psicologo di base, a seguito della pubblicazione dell'avviso pubblico per la formazione delle graduatorie per le tre Asl toscane.

“Il disagio psicologico - sottolinea Gulino - è diventata una preoccupante emergenza che deve essere precocemente recepita e accolta: nell'ultima ricerca fatta dall'Ordine tra i propri iscritti è emerso che il 73 per cento delle psicologhe e degli psicologi ha registrato un incremento delle richieste di prestazione psicologica in tutta la Toscana”. 

Secondo i dati emersi dalla rilevazione Hbsc del 2022, nella nostra regione il 45 per cento degli adolescenti e il 72 per cento delle adolescenti soffre di almeno due sintomi di malessere a settimana e più della metà dei ragazzi e delle ragazze - il 56 per cento - si sente molto o abbastanza stressato dagli impegni legati alla scuola. Tra le problematiche più frequenti ci sarebbero problemi relazionali per il 20 per cento e sintomatologia depressiva per l'11 per cento. Sintomi che riguardano prevalentemente i giovani.

Su scala nazionale, i dati che provengono  dal monitoraggio annuale su Bullismo e Cyberbullismo della Piattaforma Elisa, dicono che gli episodi di violenza tra pari sono un fenomeno molto diffuso, in leggero aumento rispetto agli scorsi anni: il 25 per cento ha infatti riportato di essere stato vittima di bullismo almeno una volta, mentre circa il 18 ha dichiarato di aver preso parte attivamente a episodi di bullismo.
Per quanto invece il cyberbullismo, circa l’8% dei partecipanti ha dichiarato di averlo subito e il 7 per cento di aver preso parte attivamente a episodi di cyberbullismo.

“Questo nuovo servizio di prossimità – osserva Gulino - permetterà di fare prevenzione intercettando prima possibile i bisogni psicologici e di prevenire cronicità e acuzie intervenendo a sostegno dei servizi pubblici e del pronto soccorso. Per garantire l'intervento psicologico nei territori non ci devono essere ostacoli economici né pregiudizi sociali, il benessere delle persone comprende il rapporto corpo-mente-ambiente di vita e deve essere accessibile a tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più della metà degli adolescenti toscani vittima di stress. Via allo psicologo di base gratuito

FirenzeToday è in caricamento