Riprende da il servizio di idrokinesiterapia offerto da Aisla Firenze

La presidente Gonella: "Ringraziamo l’Assessore Guccione e la Direzione Cultura e Sport del Comune di Firenze che hanno operato, anche a livello ministeriale, perché il nuovo Dpcm fosse più inclusivo nei confronti delle terapie in acqua e dei loro fruitori"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Un servizio irrinunciabile per le persone con SLA. Dopo l’interruzione a seguito del Dpcm di ottobre, a partire da oggi, riprende l’idrokinesiterapia offerta da AISLA Firenze presso la piscina Costoli (Viale Malta, 4) in collaborazione con il Comune. Il servizio è attivo anche ad Empoli presso il Vital Center Riabilita dove però non si era interrotta mai. I benefici dell’idrokinesiterapia sono molteplici e acclarati per le persone con SLA e coinvolgono principalmente il sistema circolatorio, respiratorio, musco-scheletrico. Il movimento in acqua e la temperatura ideale, infatti, hanno riprovati effetti terapeutici e riabilitativi. Tra questi si contano scarico totale o parziale delle articolazioni (minor stress andoarticolare), effetto miorilassante, miglior controllo del dolore, deambulazione facilitata, riduzione dellʼedema, mobilizzazione passiva facilitata, maggior movimento con minor sforzo, miglior reclutamento muscolare, interessamento non solo del distretto interessato ma coinvolgimento muscolare e articolare globale, benefici psico-fisici e di rilassamento, riduzione dei tempi di recupero in un percorso riabilitativo. Un altro servizio di AISLA Firenze che torna pienamente operativo. “Ringraziamo l’Assessore Guccione e la Direzione Cultura e Sport del Comune di Firenze che hanno operato, anche a livello ministeriale, perché il nuovo Dpcm fosse più inclusivo nei confronti delle terapie in acqua e dei loro fruitori” dichiara la Presidente di AISLA Firenze Barbara Gonella.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento