rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023

Antonio Sorvillo

Giornalista FirenzeToday

Stadio

Ristoranti: mangiare il cacciucco a Firenze / FOTO

Al via la nuova avventura gastronomica di Daniele Martini, una trattoria vocata alla cucina di mare

Voglia di cacciucco alla livornese? Arriva una proposta concreta per chi non volesse arrivare a lambire le tavole del litorale toscano. Infatti dove trovava spazio la storica osteria “Mastrobulletta”, in via Cento Stelle, alle spalle dello Stadio Franchi, ha preso piede una trattoria vocata alla cucina di mare:  l’Osteria dei Naviganti. 

L’idea è stata realizzata dall’imprenditore Daniele Martini, già conosciuto per aver realizzato format come Johnny Bruschetta e la Sartoria Alimentare. 

La cucina è schietta, da osteria. La carta celebra la cucina di mare senza troppi voli pindarici: gli antipasti (10-14 euro) spaziano dall’impepata di cozze alle polpettine di gamberi rosa su crema di cannellini, fino alle acciughe fritte con maionese homemade o l’insalata tiepida di mare con julienne di verdure. I primi (13-16 euro) alternano classici come i paccheri di pasta fresca alla trabaccolara o gli spaghetti “Cavaliere Cocco” con vongole veraci, lupini e bottarga di muggine, ad altri piatti più ricercati come la chitarra di pasta fresca con gambero cotti e crudi o i ravioli fatti in casa con ripieno di mare, porri e concassè di pomodoro fresco. Infine i secondi (18-22 euro) tra i quali spicca il polpo in doppia cottura su crema di topinambur, con alternative sfiziose come i  moscardini alla Luciana con morbido di patate oppure la frittura di calamari, gamberoni, baccalà e chips di patate. Osteria dei naviganti (1)

Non mancano dei colpi ad effetto. All’ingresso troverete la cambusa con in bella mostra una serie di spine, una per tipologia diversa di vino. Al prezzo di sette euro potrete rimpinguare il calice blu a piacimento, come in una sorta di all you can drink. 

“Ho voluto portare nel quartiere del Campo di Marte – spiega Daniele Martini – un’offerta cucina di mare che ancora mancava. E non è tutto, perché se il pianoforte nella sala più grande è a disposizione di chi durante la serata vuol scaldarsi le mani in attesa delle portate, da metà novembre è iniziato l’appuntamento settimanale con il cacciucco. Ogni giovedì abbiamo in carta il piatto iconico della costa toscana”.

Osteria dei naviganti

Si parla di
Sullo stesso argomento

Ristoranti: mangiare il cacciucco a Firenze / FOTO

FirenzeToday è in caricamento