FirenzeToday Novoli / Via di Novoli

Novoli: non vuole più prostituirsi il fidanzato l'aggredisce

Un cinese di 28 anni obbligava la fidanzata a prostituirsi in via di Novoli. Quando lei ha tentato di chiamare la Polizia per denunciare il suo aguzzino l'hanno ritrovato con volto tumefatto

"Bellissima dolcebody massage, tutti i giorni per p.r." questo il bigliettino affisso qua e la per via di Novoli, nascondendo una 29enne cinese obbligata a vendersi sfruttata dal fidanzato.
Nel pomeriggio di martedì scorso una pantera delle Forze dell'Ordine intenta al pattugliamento di Novoli ha visto una giovane col volto tumefatto vestita da una leggera sottoveste.

Gli agenti hanno subito sospettato un giro di prostituzione, intanto alcuni testimoni additavano un cinese come responsabile delle lesioni sulla donna. Nelle tasche di quello, si saprà poi essere il fidanzato, i poliziotti hanno trovato 3380 euro e tre cellulari. Poco distante è stato scoperto anche il luogo dove i massaggi orientali diventavano prestazioni fisiche 24 su 24.


La donna non volendo essere più sfruttata aveva tentato di chiedere aiuto al 113 per questo era stata percossa. L'uomo è stato arrestato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e dovrà rispondere anche della rapina della borsa della donna oltre al cellulare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novoli: non vuole più prostituirsi il fidanzato l'aggredisce

FirenzeToday è in caricamento