rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Trump presidente degli Stati Uniti: la rottura spaventa la "rossa" Toscana

Sabato prossimo Matteo Salvini porterà in piazza Santa Croce migliaia di persone per sostenere il "no" al referendum costituzionale

Contro ogni aspettativa Donald Trump si prende la Casa Bianca. Una mazzata per il Partito democratico che si attendeva di poter portare in trionfo il primo presidente donna d'America. Tanto della sconfitta starebbe nel fatto che la classe media e dei lavoratori abbiano votato contro il sistema. E già piovono commenti e critiche anche in Toscana. Una prima analisi sui risultati alle presidenziali degli Stati Uniti arriva dal presidente della Regione Toscana, candidato alla segreteria nazionale del Pd, Enrico Rossi: "È Trump. All'America che soffre non basta la Clinton moderata e di sistema. Anche in Italia non basta un Pd che punta al centro né ritorni all'Ulivo, ancor meno polemiche interne. Noi diciamo socialismo: piena occupazione, regolazione del mercato, redistribuzione della ricchezza, servizi pubblici di qualità e per tutti. Anche Sanders lo ha detto". 

Trump nuovo presidente USA. L'ironia del web

Per il sindaco Nardella, ex numero due di Renzi in Palazzo Vecchio, non ci si potrebbe stupire più di tanto. "La rabbia degli americani - scrive su twitter - è stata più forte dell'inciviltà di #Trump. Non possiamo stupirci più di tanto".  

LEGA - Se il premier Renzi e la compagine democratica tenevano alta la bandiera della Clinton, Matteo Salvini aveva levato lo scudo per il repubblicano. Il leader della Lega Nord, ieri in città, sabato prossimo porterà migliaia di persone in piazza Santa Croce per una manifestazione per dire "no" al referendum dopo che nello scorso weekend si è tenuta il città la Leopolda 7, la kermesse renziana edizione referendum. "Abbiamo scelto Firenze 15039562_10154231827928155_3234543902919991095_o-2perché Firenze non è solo Renzi - ha detto Salvini dopo una visita in Consiglio regionale - ma anche arte, cultura, lavoro, turismo... Sono orgoglioso di questa scelta. Ci saranno centinaia di pullman e decine di treni da tutta Italia, ma mi aspetto anche tanti fiorentini e toscani". E oggi dopo l'esito delle urne: "#oratoccaanoi! [Sabato #tuttiafirenze #iovotono]"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trump presidente degli Stati Uniti: la rottura spaventa la "rossa" Toscana

FirenzeToday è in caricamento