menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tramvia, linee 2 e 3: rimane tutto fermo. "Il Comune non può fare niente"

L'assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi ha fatto il punto in Consiglio comunale. "L'opera è bloccata da quasi trenta mesi per colpa delle aziende cui il concessionario aveva affidato i lavori"

I mille giorni promessi dal sindaco Renzi per la costruzione della tramvia tra Peretola e la stazione di Santa Maria Novella oramai sono un traguardo irraggiungibile. Una verità riconfermata oggi all’interno del Consiglio di Palazzo Vecchio quando è stato fatto il punto sulla situazione e sulle responsabile dello stallo delle linee 2 e 3. E’stato l’assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi a ripercorrere la vincenda spiegando anche come, di fatto, il Comune abbia le mani legate e non gli si possano attribuire responsabilità di alcun genere per i ritardi.

 “Il 30 settembre è scaduto il termine per la presentazione per le domande di interesse  - ha spiegato Bonaccorsi - per acquisire ramo d’azienda Impresa spa dopo le difficoltà incontrate dai precedenti ‘costruttori’, BTP spa prima e Consorzio Etruria dopo. Anche Impresa spa però ha dovuto fare i conti con difficoltà finanziarie tanto che nel marzo 2013 è stata chiesta l’ammissione al concordato preventivo. A luglio è scattata l’amministrazione straordinaria ed è stato nominato un commissario liquidatore che ha chiesto l’accesso alla legge Marzano. La situazione è questa: ad oggi non è arrivata all’Amministrazione nessuna comunicazione da parte del commissario in merito ai soggetti che hanno risposto all’invito a manifestare interesse per l’acquisizione del ramo d’azienda. Come Comune quindi aspettiamo sia il concessionario Tram Firenze spa ci faccia sapere. Ovviamente, siamo nella primissima fase della eventuale procedura di acquisizione: una volta arrivate le manifestazioni di interesse, il commissario dovrà inviare le lettere per la presentazione delle offerte vere e proprie. Quindi qualsiasi tipo di indicazioni tempi/modi è perlomeno prematura e comunque tali informazioni possono arrivare solo dal commissario liquidatore. Allo stesso modo, anche indicazioni diverse sulle linee 2 e 3 sono inopportune e premature: l’opera è bloccata da quasi trenta mesi per colpa delle aziende cui il concessionario aveva affidato i lavori".


"Il Comune come concedente ha fatto per tempo e rapidamente tutti i passi necessari nei confronti del concessionario, l’unico soggetto con cui l’Amministrazione comunale ha rapporto contrattuali: abbiamo approvato i progetti esecutivi e stiamo monitorando la situazione ma finché non viene superata questa impasse il Comune non può far niente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Oroscopo Paolo Fox oggi 18 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Test antigenici a campione nelle scuole superiori

  • Cronaca

    Coronavirus: a Firenze 36 nuovi casi e 8 decessi

  • mobilità

    Bagno a Ripoli: nasce la pista ciclabile “Gino Bartali”

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Volterra sarà la Città toscana della cultura 2022

  • Psicologia: nel cuore della mente

    Pandemia e personalità dei giovani

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento