Politica

Toscana, Nardella: “Gestione FiPiLi deve diventare regionale”

"D'accordo con Giani su creazione Società Toscana Strade"

Il sindaco visita i cantieri di notte

Dopo un "blitz" notturno per verificare l’andamento dei lavori in FiPiLi, il sindaco della Città metropolitana Dario Nardella torna a parlare della grande arteria di comunicazione che collega il capoluogo toscano con la costa. Superstrada che da mesi è interessata da lavori dopo un crollo all'altezza della Ginestra Fiorentina. "Io condivido il programma di governo della Regione Toscana per la creazione della Società Toscana Strade, è una strada regionale deve essere gestita a livello regionale, superando quel modello che è nato molti anni fa" ha detto Nardella, ieri sera, in un'intervista alla Festa de L'Unità di Fiesole.

Via ai lavori in FiPiLi

"E' necessaria - ha aggiunto- una pianificazione di lungo periodo e la Toscana ha bisogno di un intervento robusto su molte arterie e su questo ha ragione il presidente Giani, bisogna che il Governo dia una mano. Il famoso Pnnr non prevede finanziamenti per le strade di viabilità su gomma. E questo è un problema, perché, secondo uno studio della società che gestisce la FiPiLi, servono 200 milioni nei prossimi 10 anni".

Nardella ha poi annunciato due novità che riguardano la viabilità intorno a Firenze: "Il primo agosto termineremo la terza corsia all'altezza di Bagno a Ripoli, tra Firenze sud e Incisa, e dopo l'estate, speriamo entro l'anno, cominceremo i lavori dello svincolo di Peretola, che renderà molto più fluido il collegamento tra la A11 e Ponte all'Indiano, bypassando tutte le strade, stradine e rotonde che si trovano all'altezza dell'aeroporto e facilitando anche l'accesso indipendente all'aeroporto stesso. Lo svincolo di Peretola era rimasto incagliato nella famosa vertenza di Autostrade dopo la tragedia di Genova. E' stato sbloccato e - ha concluso Nardella - questo è sicuramente una gran bella cosa".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana, Nardella: “Gestione FiPiLi deve diventare regionale”

FirenzeToday è in caricamento