Oltrarno, la protesta arriva in consiglio comunale: “Riaprite la 'stanzina dei bambini'” / FOTO

L'assessore Martini non si presenta ad un question time che lo tira in causa e alcuni attivisti fermano i lavori: “Inaccettabile, nessuna risposta da tre anni”

Arriva in consiglio comunale la protesta di alcuni attivisti del Laboratorio Diladdarno in merito all'annoso problema della 'Stanzina dei bambini' di piazza Tasso, in Oltrarno.

'San Frediano a chi lo vive, non a chi ci specula', 'Riaprite la stanzina dei bambini', il tenore dei cartelli esposti oggi pomeriggio da una quindicina di giovani nel Salone dei Dugento, dopo aver saputo che l'assessore al patrimonio non abitativo e all'efficienza amministrativa Alessandro Martini non sarebbe stato in aula a rispondere al question time presentato da Dmitrij Palagi (Sinistra progetto comune).

“Sono tre anni che quello spazio è chiuso e che l'amministrazione rifiuta ogni confronto, è inaccetabile, dovete rispondere”, gridano i ragazzi dai banchi del pubblico, in un insolito 'dialogo' che si instaura con il presidente dell'aula Luca Milani.

“Chiedete un incontro e vi sarà dato”, replica Milani dallo scranno della presidenza. Ma gli attivisti non ci stanno e restano alcuni minuti con i cartelli alzati e invocando risposte dall'assessore, allontanandosi poi prima che la polizia municipale fosse chiamata a farlo dalla stessa presidenza.

La 'stanzina' è stata “riaperta” dagli stessi attivisti il 4 gennaio scorso, con la forzatura del lucchetto di un cancello, ma nuovamente chiusa dall'amministrazione giovedì scorso, 9 gennaio.

Di fatto la 'stanzina' è chiusa da quasi tre anni. Ed è lo stesso presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci ad ammettere che “sono due anni che chiedo che vengano rilasciate le ultime certificazioni tecniche che consentano la riapertura”, dopo lavori di ristrutturazione terminati da un paio d'anni.

“Nessuna risposta dall'amministrazione, la cittadinanza è stata presa in giro”, attacca Palagi. L'assessore Martini fa sapere a FirenzeToday di non essere potuto essere presente per un “impegno imprevisto” e che darà una “comunicazione scritta” al consigliere Palagi prima di rilasciare dichiarazioni pubbliche sulla questione.

Non è raro, va detto, che in aula non ci siano gli assessori tirati in ballo da un 'question time'. Una cosa, come già scritto nei giorni scorsi, però è certa. La 'stanzina' resta chiusa, come da tre anni a questa parte, e da Palazzo Vecchio al momento non è affatto facile sapere quando riaprirà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Archeologia: scoperto gigantesco santuario dedicato ad Apollo

  • Campi Bisenzio: nuovo casello autostradale 

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

  • Invimit: in Toscana in vendita 70 immobili per un valore di oltre 15 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento