Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica Sesto Fiorentino

Sesto, Quercioli: "Per il ballottaggio sostengo Falchi"

L'ex candidato sceglie la sinistra, ma non nasconde l'amaro per il mancato apparentamento

Nel momento in cui è più caldo il dibattito sul ballottaggio di Sesto Fiorentino, che vedrà di fronte domenica 19 giugno Lorenzo Zambini (Pd) contro Lorenzo Falchi (Sinistra), arriva un importante sostegno da parte dell'altro candidato sindaco della sinistra Maurizio Quercioli, sconfitto al primo turno: "Il nostro ruolo politico - spiega in una nota - è sostenere nel ballottaggio del 19 giugno l'unico programma elettorale, fra i due in campo, che contiene il no all'inceneritore e il no all'aeroporto, ovvero quello di Lorenzo Falchi. Programma rafforzato dal suo annunciato impegno alla firma pubblica del protocollo Zero Waste - Rifiuti Zero, che noi abbiamo già sottoscritto. Un protocollo che vincola la prossima amministrazione a iniziare immediatamente la raccolta porta a porta su tutto il territorio con tariffa puntuale, e alla revoca delle autorizzazioni alla costruzione dell'impianto di incenerimento".

Un tassello importante va così ad aggiungersi alla composizione del puzzle in vista del voto decisivo per il futuro di Sesto. Quercioli non manca però di lanciare una punta di amaro sulla proposta di apparentemento: "La nostra proposta , che avrebbe garantito di vincere le elezioni e amministrare insieme la città con pari dignità politica, e con rappresentanza proporzionata al reale peso elettorale, è stata rifiutata da Lorenzo Falchi, e svilita come mero tecnicismo elettorale". Le liste che sostengono Falchi, infatti, in caso di vittoria senza apparentamenti otterrebbero un maggior numero di seggi.

"Al contrario questa nostra proposta, come dice la legge elettorale, avrebbe permesso e garantito la partecipazione attiva di tutti i nostri militanti al ballottaggio - sottolinea Quercioli - e ci avrebbe consentito di dare il nostro apporto all'affermazione di Falchi e di mandare all'opposizione il Pd. La risposta negativa, comunque legittima, è stata motivata dal fatto che il numero dei consiglieri comunali del Pd sarebbe in questo caso aumentato: ma, in tale ipotesi - conclude Quercioli - il Pd sarebbe stato sicuramente all'opposizione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto, Quercioli: "Per il ballottaggio sostengo Falchi"

FirenzeToday è in caricamento