rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Politica

Salvini contro Rossi: "Vergogna, i toscani meritano di meglio". Il Pd: "Non prendiamo lezioni da chi scappa dai processi"

Durissimo botta e risposta tra i due partiti sull'indagine che coinvolge il governatore toscano

“Vergogna in Regione Toscana, il maxi appalto da 4 miliardi assegnato ai francesi (e già questo grida vendetta) finisce sotto inchiesta, indagato anche il governatore di sinistra. I cittadini toscani meritano di meglio!”.

Così il leader della Lega Matteo Salvini, commentando l’inchiesta sul Tpl in cui è indagato, per turbativa d'asta, anche il presidente Toscano Enrico Rossi.

Il governatore toscano, che ha già replicato alle gravi accuse che gli vengono rivolte, raccoglie invece il sostegno del Pd (“abbiamo fiducia nel suo operato”) che, dal canto suo, passa al contrattacco contro il leader del Carroccio.

“Noi restiamo sempre fermi sugli stessi principi: garantisti e fiduciosi nel lavoro della magistratura. Differentemente da noi, invece, è partita la speculazione di Salvini, proprio l’ultimo da cui chiunque potrebbe prendere lezioni e che, a dispetto di qualsiasi regola in uno stato di diritto, ha già sentenziato con un tweet” dichiara Valerio Fabiani, della segreteria regionale del Pd toscano.

“Non prendiamo lezioni da chi scappa dai processi – aggiunge Fabiani -. Faccia pure la sua campagna elettorale: i toscani avranno chiaro chi rispetta le regole e chi no e non spetta a lui stabilirlo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini contro Rossi: "Vergogna, i toscani meritano di meglio". Il Pd: "Non prendiamo lezioni da chi scappa dai processi"

FirenzeToday è in caricamento