menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conte torna a Firenze, per la lectio magistralis prevista contestazione

Protesta del collettivo di Scienze Politiche in piazza San Marco, anche la destra non ci sta: "Non faccia propaganda"

Ritorno in cattedra che si annuncia turbolento oggi per Giuseppe Conte. L'ex premier, terminata l'esperienza di governo e di conseguenza l'aspettativa, torna ad essere avvocato (non più del popolo) e professore di diritto privato dell'Università di Firenze, a partire da oggi pomeriggio, venerdì 26 febbraio, quanto terrà una 'lectio magistralis' agli studenti di Giurisprudenza.

Pomeriggio turbolento perché si annunciano contestazioni. 'Reali', in piazza San Marco, di fronte al rettorato, alle 15:30, mentre il discorso del Conte professore non sarà in presenza ma trasmesso in streaming e visibile a tutti sui canali dell'università, su YouTube e sulla pagina Facebook di Scienza Giuridiche.

La protesta di piazza San Marco è stata lanciata dal Collettivo di Scienze Politiche. "Non vogliamo Conte, ma una università che riapra in sicurezza", si legge sulla pagina Facebook del Collettivo.

"Dopo aver lasciato l'istruzione fanalino di coda delle priorità del precedente governo (e non solo), dopo aver lasciato gli studenti lontani dalle facoltà per mesi, dopo la criminale gestione della pandemia che ha messo in ginocchio studenti e lavoratori, Conte viene accolto a braccia aperte dal rettore Dei e dalla professoressa Lucarelli (presidente della Scuola di Giurisprudenza, ndr). Pensiamo che invece di prodigarsi tanto nell'elogio di chi ha contribuito a distruggere il nostro sistema formativo rettore e compagnia dovrebbero programmare un rientro in sicurezza per tutti, non tenendoci ancora nel ricatto della scelta fra diritto allo studio e diritto alla salute", si legge ancora.

Sul fronte politico, anche la destra, con la Lega, attacca. "Pare che Conte voglia utilizzare questa tribuna accademica per parlare della sua esperienza a Palazzo Chigi. Non utilizzi una lezione universitaria per farsi propaganda: naturale tornare ad insegnare ma - commenta la capogruppo del Carroccio in consiglio regionale Elisa Montemagni -, impartisca lezioni di diritto non di politica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento